Viaggio da sola (e sono felice)

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

viaggiare da sola

Ultimamente ho letto diversi post di altri blog che seguo sul tema del viaggiare da sola. Non mi ero mai fermata troppo a pensare sul perché viaggio da sola, e a pensarci bene è soltanto da poco che ho realizzato di essere una solo traveller a tutti gli effetti. Non mi interessano troppo le etichette e non mi calzano appieno quasi mai.

Comunque i post degli altri mi hanno fatta riflettere sulle mie motivazioni e quello che ne è uscito è una lista dei motivi per cui viaggio da sola e sono felice. Quando ho finito di buttare giù la mia lista mi sono resa conto che sono motivi piuttosto pratici e assai poco filosofici, proprio come me. Lascio il brivido di esplorare l’affascinante argomento dell’introspezione da viaggio in solitaria a qualcuno più esperto di me in emozioni umane.

Quindi scelgo di viaggiare da sola…

  • Perché mi piace farlo. Altrimenti non lo farei. Scontato? Forse no. Puoi anche scalare l’Everest per sentirti figo, ma se non ti piace davvero scalare montagne non ci hai guadagnato granché.
  • Perché faccio cosa mi pare. È il primo e più evidente vantaggio del viaggiare da sola. Non devo assecondare le esigenze e i gusti di nessun altro se non i miei. Posso fare un tour de force di musei senza che nessuno se ne lamenti, scegliere la mia sistemazione ideale per la notte e mangiare quello che voglio. Niente compromessi.
    viaggiare da sola

    congelata e felice in Canada, dopo aver visto le orche

  • Perché il viaggio è mio al 100%. Quando mi organizzo per partire in solitaria quello che ne esce è un viaggio costruito su misura solo su di me, sui miei interessi, le mie esigenze ed i miei ritmi. Mio e di nessun altro.
  • Perché in realtà non sono quasi mai sola (a meno che io non lo voglia). In viaggio ci sono mille opportunità di condividere qualsiasi momento della giornata con altri viaggiatori o persone del posto. Sono una ragazza socievole di natura, ma i viaggi in solitaria sono una bella palestra contro la timidezza. In questo mi aiuta molto anche Couchsurfing.
  • Perché tutto diventa un pochino più avventuroso se affrontato da soli. E dopo mi sento più forte di prima.
  • Perché spingo oltre i miei limiti. Un viaggio in solitaria mi fa venire voglia di spingere un pochino oltre i miei limiti personali, è un’occasione per sfidare me stessa a fare di meglio e a superare le mie paure. Come quando ho guidato per ore sulle strade gelate dell’Illinois, e a me non piace guidare perché non mi sento sicura.
    viaggiare da sola

    aspettando il tramonto sul pontile di una baia deserta a Orcas Island

  • Perché tengo allenato il buonsenso. Da sola tutte le responsabilità sono a carico mio, e non c’è nessuno che mi ricordi di fare una cosa o mi sconsigli di farne un’altra. Se da una parte è più faticoso, dall’altra è un ottimo esercizio per tenere allenato il buon senso e mantenere sempre alta l’attenzione.
  • Perché conosco persone che altrimenti non incontrerei. Quando si viaggia insieme ad ad altre persone siamo più concentrati su di loro e si rischia di perdere le occasioni di conoscere qualcun altro lungo il percorso. Penso ad Anne, che su un treno in Scozia mi ha detto “sembri molto interessata al paesaggio…”, e poi per 4 ore mi ha parlato del suo paese e mi ha persino cantato le canzoni in gaelico. Probabilmente se fossi stata in compagnia non mi avrebbe rivolto la parola. Penso a Matt di Baltimore, che mi dopo che gli ho chiesto indicazioni per la casa di Edgar Allan Poe mi ci ha accompagnata personalmente.
    viaggiare da sola

    nuovi amici a Seattle

  • Perché viaggio più leggera. Potrebbe non esserci nessuno che mi aiuta se la valigia si rompe o lo zaino diventa troppo pesante, e limitarsi a portare soltanto lo stretto necessario diventa ancora più importante. Viaggiare leggeri è anche questione di allenamento, ma ormai sono diventata bravina.
  • Perché seguo i miei ritmi ed i miei tempi. In viaggio da sola tendo ad assecondare di più i tempi del mio corpo: mangio quando ho fame, dormo quanto e quando ne ho bisogno, mi fermo a riposarmi quando sono stanca.
  • Perchè non ci sono scuse. Se qualcosa va storto, se perdo un treno o il ristorante fa schifo, non c’è nessun altro con cui prendersela se non me stessa. E se non è colpa mia ma della sfiga, la prendo con più filosofia, tanto non c’è nessuno che ascolti le mie eventuali lagne.

E tu cosa ne pensi? Ti trovi d’accordo con qualcuno dei miei punti? Lasciami un commento con le tue motivazioni per viaggiare da solo!

Può interessarti anche: 10 consigli per il tuo primo viaggio da solo


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Può interessarti anche:

14 commenti

  • Ciao Claudia! Come hai detto tu, in questo periodo sono usciti tanti articoli sul viaggiare da soli e perché farlo… ma ti posso dire la verità? Questo è uno dei pochi che ho letto con piacere e fino in fondo. Mi piace il tuo stile semplice e diretto e mi hai fatto davvero venire voglia di buttarmi e partire da sola, anche se per adesso non l’ho mai fatto, un po’ perché il mio ragazzo mi segue volentieri in tutti i miei viaggi, un po’ per mancanza di coraggio. Vedremo questo 2016 cosa porterà.

    Ti auguro buon anno intanto! A presto 🙂

    • claudia garage

      Ciao Diletta, grazie per il tuo commento, mi ha fatto tanto piacere! Auguri e buoni viaggi, che siano da sola o in compagnia!

  • Bellissimo post! Sai che sono d’accordo con te su tutti i punti che hai scritto!? Condivido tutto e tutte le volte che mi viene proposto di viaggiare in tanti mi “incupisco” un po’ perché ritengo che gli altri siano limitazioni alla libertá che si ha nel viaggio. Ti do’ un’altra sfumatura ai tuoi punti: non pensi che il viaggio in sé costituisca un evadere dalla quotidianitá?! E per quotidianitá intendo anche le persone che ti stanno vicino…certo, un viaggio con alcuni amici ti dona emozioni diverse, sicuramente unisce, peró ha il problema di non farti vivere appieno le emozioni che ti regala il posto in cui stai viaggiando. Io cerco di viaggiare solo con la mia ragazza, da solo non ho mai viaggiato ma non avrei il benché minimo problema…

    • claudia garage

      ciao Emanuele, grazie per il tuo commento e per lo spunto di riflessione. Non ci avevo pensato ma sono d’accordo con te!
      Comunque ho appena prenotato un viaggio di coppia 😀 non mi piacciono le regole…

  • Complimenti, sei una grande!!!!
    Ti auguro tante belle cose!!!

  • Ciao Claudia! Io sono un koala della famiglia dei Koala, perciò invidio molto questo tuo lato, ho affrontato poche esperienze da sola, quasi sempre per lavoro, ed è vero: ci rendono più sicure e anche più leggere! però la mia natura di koala mi spinge a voler condividere sempre tutto con mio marito o con un’amica, insomma, mai da sola! Che ci vuoi fare? 😉 Ora poi ho anche il cucciolo che, come marsupiale, non posso che portare sempre con me! :DDD Bel post! A presto!

  • Sono assolutamente d’accordo con te, anche se credo che queste riflessioni dipendano molto dall’età e dagli umori. E’ da un anno che non viaggio più da solo e devo dirti che non mi dispiace, ultimamente mi pesava oltremodo ( ma forse dipende, come detto, soprattutto dall’età…e anche dalla meta: una cosa è andare da soli in Irlanda, altra ad Ibiza)
    UN SALUTO

  • Prima di incontrare Giovanni (e poi Frodo) viaggiavo sola, e sono con te “meglio soli che male accompagnati” però la compagnia di questi due mi ha fatto scoprire cose nuove, in montagna su certi itinerari è meglio non essere soli, i lunghi ontheroad in auto da sola non avrebbero senso. Diciamo che tra spiriti affini ci si “potenzia” e si fanno cose che da sola non avrei mai fatto. Però è vero che più si è, e meno ci si integra con i contesti che ci sono attorno, per questo non ho mai viaggiato in gruppo o con amici. Bellissimo (e schiettissimo) post 🙂

  • Ciao che brava, io sono una mamma quarantenne e ho iniziato a viaggiare da sola quando il mio secondo figlio aveva cinque mesi sono stata in Islanda, tra mille critiche di parenti e amici e il supporto del mio grande marito, ho scoperto un mondo fantastico e sono diventata più forte e indipendente.
    Io adoro per questi viaggi il grande nord, e scozia o irlanda saranno le mie prossime mete! Brava io sono per il girl power!

    • claudia garage
      claudia garage

      ma brava tu Rossella! Complimenti per il coraggio e per il marito! 😀
      Grazie per essere passata di qui e aver lasciato il tuo commento, buoni viaggi!

  • Ciao,
    complimenti per il post. io mi sono ritrovata spesso a viaggiare da sola perchè non avevo mai la compagnia giusta per fare i viaggi che volevo io e mi piace poco scendere a compromessi, credo che vivere appieno un viaggio nella consapevolezza di avere totale libertà di scelta sia meraviglioso. il primo viaggio da sola non è andato benissimo, ma perché sono partita con l’umore sbagliato. Poi sono migliorata e devo dire che adesso anche se ho un’amica con cui viaggio bene, ci sono delle mete che voglio esplorare da sola con i miei tempi e soprattutto assecondando solo i miei interessi e curiosità. ne programmerò altri. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *