Itinerario sulle orme di Bram Stoker a Dublino

Condividi il viaggio!
  • 42
  •  
  •  
  •  
  • 31
  •  
  •  
  •  

Dracula è uno dei miei romanzi preferiti di sempre. È un classico della letteratura horror che non passerà mai di moda, perché è un piccolo capolavoro con diversi livelli di lettura. L’ho letto diverse volte, sia da ragazzina che da grande, e l’ho sempre trovato perfetto. Adoro l’atmosfera brumosa dell’Inghilterra del nord e le personalità ben definite dei personaggi creati da Bram Stoker. Il mio preferito è Van Helsing perché lo trovo irresistibilmente umoristico. Ma non vorrei divagare tanto sul romanzo di Dracula, quanto sul suo brillante autore, Bram Stoker, che era irlandese e ha passato la prima parte della sua vita a Dublino. E proprio tra i vicoli e le cripte di Dublino ha trovato idee e ispirazioni per la scrittura del suo più celebre romanzo.

itinerario bram stoker dublino

St. Michan Church

Quando sono stata in Irlanda non avevo progettato in anticipo questo itinerario dedicato a Bram Stoker a Dublino, è nato spontaneamente quando una persona del posto mi ha parlato di alcune mummie conservate nella cripta di una chiesa. Sono andata a vederle e la guida della chiesa mi ha parlato del legame delle mummie con lo scrittore e degli altri luoghi della città legati a lui. Che poi in alcuni casi si tratta di luoghi molto famosi di Dublino che avrei visitato comunque.

Quindi ho pensato di condividere con te questo itinerario a Dublino, sperando che sia un’occasione per scoprire la città da un punto di vista insolito e magari anche (ri)leggere e (ri)scoprire Dracula.

Se cerchi un posto economico dove dormire dai un’occhiata agli ostelli a Dublino in cui sono stata.

Itinerario: i luoghi di Bram Stoker a Dublino

Casa di Bram Stoker

Lo scrittore è nato nel 1847 a Clontarf, un villaggio a pochi km di distanza da Dublino, ma quando si trasferì in città per studiare all’università abitò per diversi anni nella casa al numero 30 di Kildare street. Ancora oggi è una casa privata, una piccola targa rotonda ricorda il celebre inquilino.

bram stoker itinerario dublino

Casa Stoker. 30 Kildare Street

Trinity College

Bram Stoker non studiò in una università qualsiasi ma al prestigioso Trinity College di Dublino, dove si laureò a pieni voti in matematica. Il Trinity College è un posto splendido e merita di essere visitato comunque, specialmente per ammirare la sua fantastica biblioteca, la più bella che abbia mai visto. Tra le migliaia di libri antichi che custodisce il più famoso è il Book of Kells, un manoscritto miniato del IX secolo: per vederlo si paga un biglietto extra e c’è anche da fare la coda ma ne vale la pena. Per visitare i cortili del College e conoscere la sua storia ho preso parte a una delle visite guidate gratuite offerte dagli studenti dell’università, è stata utilissima e interessante.bram stoker a dublino

St. Anne Church

In questa chiesa su Dawson street Bram Stoker sposò la bellissima e brillante Florence Balcombe, che per mesi era uscita insieme a Oscar Wilde. La decisione di sposare l’altro spezzò il cuore di Wilde e guastò l’amicizia tra i due uomini per diversi anni; Florence e Bram si trasferirono a Londra ed ebbero un matrimonio lungo e felice. Lei divenne famosa come una delle prime persone a difendere i diritti d’autore: dopo la morte del marito fece distruggere quasi tutte le copie del film Nosferatu di Murnau, copiato senza autorizzazione dal romanzo Dracula, di cui lei deteneva i diritti.

Castello di Dublino

Bram Stoker non iniziò subito la carriera di scrittore: dopo la laurea fece molti lavori diversi prima di cominciare a scrivere, accettando un incarico gratuito per un quotidiano locale. Tra i tanti lavori che fece ci fu anche quello di impiegato pubblico al Castello di Dublino dove supervisionava piccole operazioni di magistratura.dublino bram stoker

 

St. Michan Church

È proprio da questa chiesa e soprattutto dalla sua cripta che è nato il mio itinerario di Bram Stoker a Dublino, ed è proprio qui che a Bram Stoker venne l’idea che sta alla base di Dracula. La chiesa di St. Michan è del 1600 e non ha niente di particolare, almeno nella parte emersa. Ma è il sottosuolo che è straordinario, perché la cripta conserva delle mummie vecchie di alcuni secoli. I corpi si sono conservati per un processo di mummificazione naturale dovuto alle condizioni di buio, temperatura e umidità. Alcune appartengono ai membri della famiglie che ancora possiedono le cappelle private della cripta (non tutte sono aperte e visibili), ma ce ne sono alcune assai più misteriose. Quello di un uomo di 800 anni fa, alto 2 metri e con un dito straordinariamente lungo, ritenuto un crociato, e quello di un altro uomo con una mano e un piede mozzati, ritenuto un ladro. E poi ci sono le due mummie dei fratelli Sheares, condannati a morte per aver tentato di organizzare una rivoluzione in stile francese in Irlanda.st michan mummie dublino

Oltre alla mummie ci sono anche parecchie bare vecchissime e ricoperte di polvere, accatastate in una delle nicchie della cripta. Non vengono toccate né sistemate per rispetto del luogo sacro, e si stanno letteralmente disfacendo, lasciando rotolare fuori il loro rinsecchito contenuto.

La cripta può essere visitata solo con i tour guidati. Essendo un luogo di sepoltura e di culto ancora attivo non è permesso fare fotografie.

Dublin’s Writers Museum

Non è propriamente un luogo dove l’autore ha vissuto, ma il Museo degli Scrittori è la ciliegina sulla torta in un itinerario letterario a Dublino, consideralo un piccolo bonus. Il museo celebra i più influenti scrittori di Dublino raccontandoli attraverso prime edizioni, lettere, manoscritti e cimeli personali, da George Bernard Shaw a Oscar Wilde, da William Butler Yeats a – naturalmente – Bram Stoker. Il papà di Dracula è celebrato anche in una curiosa vetrata colorata nella biglietteria del museo insieme agli altri grandi Dubliners (ammetto di essermi innamorata di quella vetrata). Immergermi per un paio d’ore nelle storie del Writers Museum è stata la mia salvezza in un pomeriggio di pioggia così tipicamente irlandese. La visita al museo si effettua con una audioguida multilingue; inutile dire che il bookshop è il paradiso per tutti gli amanti dei libri e delle edizioni particolari, anche per bambini.

writers museum dublino

Bram Stoker è in basso a destra, al suo fianco Dracula

Bram Stoker Festival

Ogni anno, nei giorni precedenti a Halloween, Dublino si tinge di nero e di rosso (sangue) con il Bram Stoker Festival. Tanti eventi organizzati in vari luoghi della città per raccontare e condividere tutto quello che è gotico, horror e misterioso in vari campi, dalla letteratura al teatro.


 

Che ne dici ti ho incuriosito? Spero di averti fatto venire voglia di riprendere in mano Dracula, e magari di fare un salto in Irlanda per vedere di persona le mummie di St. Michan. Se hai altre idee carine per un itinerario a Dublino lasciami un commento, potresti ispirare me e altri viaggiatori!

 

Per organizzare il tuo viaggio in Irlanda e approfondire gli argomenti ti consiglio:

bram stoker a dublino

Ti è piaciuto questo post? Condividilo su Pinterest!

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  • 42
  •  
  •  
  •  
  • 31
  •  
  •  
  •  

Un commento

  • Dublino e l’Irlanda è uno dei viaggi che mi hanno sempre affascinato…con Dracula mi hai dato un ulteriore motivo per andarci!!!! Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *