Visitare Newgrange e la Collina di Tara. Un viaggio nell’Irlanda preistorica

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il mio viaggio in Irlanda da sola me lo sono costruito intorno ai miei interessi e alle mie passioni, così non potevo non dedicare almeno un giorno alla scoperta dell’affascinante archeologia preistorica dell’Isola di Smeraldo. Ho scelto di visitare Newgrange, nel sito archeologico di Bru Na Boinne, uno degli edifici più antichi del mondo, persino antecedente alle piramidi, magnifica e misteriosa vestigia di una civiltà quasi dimenticata e cancellata dal tempo. È stato solo un assaggio del ricco patrimonio archeologico dell’Irlanda, e adesso ne voglio ancora. Intanto però parliamo di questa esperienza…

visitare newgrange irlanda

Paesaggio nei pressi di Newgrange: pecore e cieli irlandesi

Visitare Newgrange con un’escursione da Dublino

Visto che non avevo nessuna voglia di spostarmi in macchina e che ero da sola, l’opzione migliore per me è stato un tour di gruppo di una intera giornata, che fa tappa al sito di Newgrange (con visita guidata inclusa), alla Collina di Tara e al pittoresco villaggio di Howth, comprensivo di trasporto in pullman, autista-guida turistica e biglietti di ingresso ai siti. Zero sbattimento e massima resa: ho trovato il tour su Viator al prezzo molto economico di 36 euro, ed è durato circa 8 ore. Il tour è partito dal pieno centro di Dublino, in Lower O’Connell Street, la compagnia si è rivelata professionale e ben organizzata, quindi te la consiglio senza riserve. Sono stata anche abbastanza fortunata da trovare una giornata senza pioggia e un gruppo molto piccolo.visitare newgrange irlanda

Visitare Newgrange: uno spiraglio di luce sul neolitico

La visita a Newgrange è stata molto emozionante e il modo in cui è organizzato il centro di accoglienza visitatori ha creato interesse e aspettativa prima ancora di visitare il sito archeologico. Newgrange è solo una delle tre grandi tombe a corridoio dell’area di Bru Na Boinne, ma le altre due, Knowth e Dowth, non sono visitabili. Furono costruite circa 5200 anni fa, in epoca neolitica, da una antica civiltà preceltica di cui conosciamo davvero pochissimo. Prima della visita si può visitare la piccola ma interessante mostra nel centro visitatori che racconta la storia del monumento e del popolo che lo realizzò, e ricostruisce l’intera area archeologica. Il museo porta via solo pochi minuti, il modo migliore di impiegare il tempo in attesa del pulmino che porta i visitatori ai piedi della tomba.

La tomba di Newgrange è costituita da un lungo e stretto corridoio che sale lentamente verso il centro del tumulo, dove ci sono tre piccole camere dove venivano riposte le ceneri dei defunti. Il tutto è coperto da una volta a tholos di lastre di pietra poste ad incastro, terra e verde erba irlandese. La pietra posta all’ingresso è splendidamente decorata con motivi a spirali, così come le pietre all’interno, incise con spirali e altri motivi di cui non sapremo mai il significato.visitare newgrange irlanda

Sopra all’ingresso della tomba c’è una piccola finestra rettangolare che da oltre 5000 anni celebra il ritorno della luce, della bella stagione e la rinascita della terra. All’alba di ogni solstizio d’inverno un raggio di luce entra nella finestrella e risale tutto il corridoio, fino ad illuminare la camera centrale posta nel profondo della tomba, portando la luce fin nel cuore del luogo più sacro di questa misteriosa civiltà preistorica. È un evento tanto semplice quanto straordinario e posso solo immaginare l’emozione di trovarsi all’interno di Newgrange all’alba del solstizio d’inverno, ammirare questo fenomeno che continua a compiersi ancora una volta, dopo più di 5000 anni, sopravvivendo persino ai propri costruttori.

Per avere una possibilità di essere tra i pochissimi fortunati che potranno assistere al solstizio d’inverno all’interno di Newgrange bisogna partecipare alla lotteria lasciando i propri contatti al centro visitatori. Ogni anno vengono estratti una ventina di fortunati, tanti quanti possono entrare nell’esiguo spazio della tomba, che vincono l’ingresso al sito archeologico in questo giorno specialissimo dell’anno. Certo, ci ho provato anche io!

Tutte queste cose me le ha raccontate la guida turistica che mi ha accompagnata nella visita del sito, davvero molto preparata e che ha saputo creare un racconto affascinante di questo luogo. Assomigliava un po’ a Aigor e non rideva mai, però era bravissimo. Non è possibile visitare Newgrange liberamente, ma solo accompagnati dalle guide locali, ed è proibito scattare foto all’interno della tomba.

newgrange tour da dublino

Sulla Collina di Tara

Visitare la Collina di Tara

Dopo un pranzo veloce alla caffetteria del centro visitatori di Newgrange il tour mi ha portata a visitare un altro luogo chiave nella storia più antica dell’Irlanda, la collina di Tara. Secondo il folklore irlandese questa collina sacra un tempo era la sede dei Re Supremi Irlandesi, gli High Kings, che qui avevano il proprio palazzo ed erano difesi dai Cavalieri del Destino, i Feniani. Secondo la leggenda il futuro re doveva superare una prova: doveva volare sopra al menhir posto al centro della collina, la Pietra del Destino che sorreggerebbe l’intera Irlanda.

Quello degli High Kings irlandesi è un mix ormai indistinguibile di storia, leggende e folklore pagano passato attraverso il filtro della cristianizzazione dei Celti. Oggi la Collina di Tara è praticamente spoglia, rimangono solo i fossati concentrici e la Pietra del Destino, il menhir che si staglia contro l’orizzonte. Ma si percepisce che è un luogo speciale, come se ci fossero delle vibrazioni provenienti da un passato lontano che fanno risuonare qualcosa di ancestrale nel profondo del visitatore. All’ingresso dell’area c’è una chiesetta con un cimitero pieno di croci celtiche, merita una visitina veloce.visitare collina di tara irlanda

Il villaggio di Howth

Prima di visitare Newgrange e la Collina di Tara abbiamo fatto una sosta in questo piccolo villaggio di pescatori posto su un promontorio a pochi km da Dublino, un’aggiunta molto piacevole alla gita giornaliera. Il piccolo porto è molto carino, al mattino presto ci sono i pescatori che scaricano le reti e alcune foche che aspettano di acchiappare qualche pesce. Ti consiglio di fare anche una passeggiata fino al punto panoramico posto su un’altura poco prima di entrare in paese: da qui si gode di una vista splendida sulla costa ricoperta dalle ginestre, sulle onde che si infrangono sulla scogliera e sul piccolo faro spazzato dal vento e dal mare.visitare newgrange irlanda howthvisitare newgrange irlanda howth

Una piccola chicca per chi come me ama sia i cimiteri che il rock and roll: nel cimitero posto fuori dal villaggio di Howth è sepolto Phil Lynott, il bassista e cantante dei Thin Lizzy. Era originario di Dublino e negli ultimi anni prima della morte si trasferì da queste parti, regalando una proprietà anche alla sua mamma. La guida mi ha detto che non è difficile incontrare la signora Lynott al cimitero di Howth, che visita regolarmente dal 1986, anno della morte del figlio.

Ho fatto anche un video di questa splendida giornata passata nella campagna irlandese tra archeologia, paesaggio e leggende. Lo trovi sul mio canale YouTube, iscriviti per altri video di viaggio!

 


Per organizzare il tuo viaggio in Irlanda ti consiglio:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Può interessarti anche:

4 commenti

  • Claudio musella

    Brava e grazie x l informazione anche se anche io ho visitato l Irlanda e ho noleggiato l auto con la paura di guidare a destra ma avevo fatto già un tour con il bus organizzato l autista parlava italiano e faceva anche da giuda turistica intanto io seduto dietro di lui vedevo e imparato mentalmente la guida a destra…gli irlandesi sono gentilissimi e cortesi anche alla guida

  • Phil Lynott era il leader dei Thin Lizzy!!!!

    • claudia garage

      cacchio hai ragione, non mi ero accorta dell’errore, devo aver scritto sovrappensiero! Grazie mille, correggo subito! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *