8 cose che (forse) non sapevi sul Giardino dell’Iris di Firenze

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

giardino iris firenzeIn questi ultimi giorni di aprile sono spesso a lavorare al giardino dell’Iris di Firenze, un posto unico della mia città che negli ultimi anni mi è diventato molto familiare. Credevo di averlo già fatto, invece mi sono accorta che non l’avevo mai raccontato in dettaglio sul blog (anche se l’avevo menzionato nel post dedicato ai 9 giardini da visitare a Firenze). Così ho pensato di colmare la lacuna una volta per tutte con questo post pieno di informazioni, qualche foto e anche un video 🙂

Dando per scontato che tu ne conosca già l’esistenza – cosa non affatto scontata in realtà, visto che è poco conosciuto anche tra i fiorentini – ecco un elenco di 8 cose interessanti che (forse) non sapevi sul Giardino dell’Iris di Firenze!giardino dell'iris di firenze

8 cose sul Giardino dell’Iris di Firenze

Il giardino ebbe origine insieme al Concorso Internazionale dell’Iris indetto dalla Società Italiana dell’Iris, e fu inaugurato nel 1957. Da allora si è arricchito di centinaia e centinaia di specie diverse provenienti da tutto il mondo, alcune molto rare o antiche. Negli anni è diventato un orto botanico di importanza internazionale perché costituisce una vera e propria banca genetica di questo genere di piante.

L’iris è un genere molto ampio: queste piante crescono spontaneamente in quasi ogni ambiente e clima, si presentano in tantissime varietà di forme e colori del fiore, che si chiama anche giaggiolo. Pare che questo termine derivi da “ghiaccio”, per via del colore delicato degli iris bianchi.giardino dell'iris di firenze

Il terreno sui cui è stato creato il giardino era già in precedenza coltivato a olivi, e questo elemento è stato mantenuto. È bellissimo vedere le distese di fiori colorati che si stendono ai piedi di vecchi olivi nodosi. Ma quella di coltivare gli iris insieme agli olivi è una antica tradizione che ancora sopravvive in qualche paese del Chianti, come San Polo in Chianti, dove ogni anno ai primi di maggio si celebra questo fiore con la Festa del Giaggiolo.

Il concorso prevede diversi premi, ma il più importante è il Premio Firenze, che viene assegnato all’iris del colore che più si avvicina a quello del giglio (iris!) rosso sullo stemma fiorentino. Siccome gli iris rossi in natura non esistono, questo premio costituisce una sfida ed è ancora tutta da giocare: ancora non si è riusciti ad ottenere iris rossi.giardino dell'iris firenze

Scendendo fino alla parte più bassa dell’orto botanico si trova il laghetto che ospita le specie di iris palustri. Oltre a quelle già presenti dagli anni ’60, come quelle della Louisiana dagli altissimi fiori gialli, quest’anno si sono aggiunte anche delle specie provenienti dal Giappone (che ad oggi non hanno ancora fiorito e sono molto curiosa di vederne i fiori!).

Il Giardino dell’Iris di Firenze è aperto solo per 20 giorni all’anno circa, tra fine aprile e i primi di maggio, periodo corrispondente alla fioritura della maggior parte dei giaggioli, che è abbastanza breve. Per sapere i giorni esatti di apertura e gli orari ti consiglio di consultare il sito della Società, tenendo conto che le date vengono annunciate poche settimane prima perché dipendono da quando è prevista la fioritura. L’ingresso è gratuito!

Il parco si trova sul lato sud di Piazzale Michelangelo (guardando il panorama dal piazzale è sul lato opposto a quello dove vedi Ponte Vecchio), mentre sul lato opposto c’è il Giardino delle Rose – questo è aperto tutto l’anno e a primavera è tutto fiorito e profumato, ti consiglio davvero di non perderlo. Questi due giardini tematici posti ai fianchi sono la ciliegina sulla torta quando visiti il piazzale Michelangelo.giardino dell'iris firenze

Perché un giardino dell’iris proprio a Firenze? Perché il simbolo della città, il fiore rosso sullo stemma di Firenze, è in realtà un iris e non un giglio, anche se ormai da secoli tutti lo chiamano così. Questo fiore è legato alla città dai tempi dall’antica Roma, ma nel passaggio dalla Fiorenza romana alla Firenze medievale cristiana l’iris, fiore di Venere, si è lentamente sovrapposto al giglio, fiore della Madonna.

Infine… un video!

Ho fatto anche un video dove ti racconto qualcosa di più sul luogo e dove puoi vedere decine e decine di giaggioli in fiore, buona visione! (lo trovi anche sul mio canale Youtube, dove trovi altri video e vlog su Firenze e non solo).

Se non ci sei mai stato spero che questa serie di informazioni e curiosità ti abbiano fatto venire voglia di scoprire il giardino dell’iris di Firenze, se invece ci sei stato fammi sapere la tua esperienza con un commento!


firenze giardino dell'iris

Ti è piaciuto questo post? Pinnalo!


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Può interessarti anche:

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *