Roma sotterranea. Arte, storia e misteri sotto la capitale

Condividi il viaggio!
  • 35
  •  
  •  
  •  
  • 7
  •  
  •  
  •  

roma sotterraneaI luoghi che si celano sotto la superficie sono spesso dotati di un’aura di mistero che aggiunge un pizzico di curiosità in più. A me come a molte altre persone piace un sacco l’idea di scendere sotto terra per scoprire la storia di un luogo cercandone le tracce negli strati del sottosuolo. Nel caso della capitale la cosa si fa ancora più interessante, perché per millenni sotto la sua superficie si sono stratificate epoche storiche e testimonianze artistiche di importanza straordinaria. La Roma sotterranea è tutta da scoprire attraverso una serie di luoghi più o meno conosciuti, spesso curiosi, a volte così rilevanti da costituire le fondamenta della nostra cultura occidentale.

In questo post trovi raccolti tutti i luoghi della Roma sotterranea che ho visitato durante le mie ripetute fughe culturali nella capitale: ognuno costituisce un viaggio nel tempo, alla scoperta e riscoperta di qualcuna delle mille storie che la città ha da raccontare. Alcune sono state quasi dimenticate, altre sono famose in tutto il mondo, ma tutte che si intrecciano con la Storia con la esse maiuscola.

Potrebbe interessarti anche: Tre giorni a Roma, il mio itinerario

Roma sotterranea. Arte, storia e misteri celati sotto la capitale

I sotterranei del Colosseo

Da 2000 anni il Colosseo è l’icona della città, milioni di turisti lo visitano ogni anno, e probabilmente lo hai già visitato anche te. Io però ti invito a prenotare una visita guidata che includa i sotterranei e il terzo livello. In questo modo la visita diventa un’esperienza davvero completa che permette di immergersi nel passato e di conoscere (quasi) tutti i segreti dell’anfiteatro Flavio. Nei sotterranei si vedono i passaggi riservati ai gladiatori e i montacarichi per far entrare in scena belve, guerrieri e macchine teatrali; si comprende la complessa organizzazione del Colosseo e si ha un assaggio dell’abilità degli ingegneri romani e del livello raggiunto dall’arte dello spettacolo.

Stesso discorso per il terzo anello: dopo aver visitato i sotterranei e il livello della scena e dopo aver ascoltato le spiegazioni della guida turistica, poter ammirare il Colosseo, i fori Imperiali e l’Arco di Costantino da questo punto di vista privilegiato è la ciliegina sulla torta.roma sotterranea colosseo

Catacombe San Callisto

La Roma sotterranea è fatta anche e soprattutto di catacombe, luoghi risalenti all’epoca romana e paleocristiana dove venivano sepolti i morti. Sono luoghi ricchissimi di storia e di testimonianze artistiche di grande rilievo che raccontano il graduale passaggio dalla civiltà romana e pagana a quella cristiana.

Fino ad adesso ho visitato soltanto le catacombe di San Callisto (ne avevo altre in programma ma erano temporaneamente chiuse), e sono stato un assaggio straordinario di quello che si nasconde nelle viscere della città. Oltre 20 km di gallerie sotterranee scavate intorno al II secolo, dove hanno trovato sepoltura 16 papi, Santa Cecilia e molte altre importanti figure degli albori della cristianità. La cripta dei Papi è il luogo più sacro e prezioso della catacomba, dove le originali iscrizioni in greco testimoniano che qui furono sepolti 9 pontefici e molti altri diaconi e martiri del III secolo. Le tombe della cripta dei Papi sono molto semplici e colpiscono ancora di più se paragonate ad altre sepolture presenti nella catacomba. Alcune tombe di ricche famiglie patrizie sono splendidamente decorate con sculture e affreschi recanti i simboli arcaici di Cristo: il monogramma, il pesce, l’orante.

roma sotterranea catacombe

Ingresso delle catacombe di San Callisto

La visita alle Catacombe di San Callisto viene effettuata con una visita guidata (ne partono regolarmente durante tutto il giorno, in diverse lingue) e all’interno è proibito scattare fotografie. Si trovano ai margini di Roma, lungo la via Appia antica, ci si arriva con l’autobus 118.

Cripta dei Cappuccini

La Cripta dei Cappuccini di Via Veneto è uno dei luoghi più straordinari e unici di Roma, una cripta ossario interamente decorata da migliaia di ossa umane: tibie, teschi, femori, scapole, falangi, vanno a comporre complesse ed eleganti architetture barocche traboccanti di simboli. Tutto questo trionfo di umane vestigia si trova in Via Veneto, appena sotto la superficie della Roma elegante e patinata. È una visita che sicuramente non lascia indifferenti e che fa riflettere sulla vita, la morte, l’arte e i rapporti tra questi tre fattori.

Ne ho parlato in maniera più dettagliata nel post che ho dedicato proprio alla Cripta dei Cappuccini nella rubrica Cemetery Safari. Siccome all’interno è proibito fare fotografie questa immagine e le altre presenti nel post citato sono gentilmente concesse dal Museo del Convento dei Cappuccini di Via Veneto. Sul loro sito trovi tutte le informazioni per la visita, come gli orari di apertura e il costo del biglietto.roma sotterranea cripta

Necropoli Vaticana

La necropoli Vaticana è forse il luogo più straordinario di tutta la Roma sotterranea, e sicuramente quello più rilevante sotto molti punti di vista: qui storia, archeologia, arte e religione si fondono e sono difficilmente separabili. È il luogo più sacro di tutta la cristianità, ma anche un importante sito archeologico dove si sono sovrapposte millenni di storia, dalle origini di Roma fino ad oggi.

Proprio sotto la cupola della Basilica di San Pietro, esattamente sulla perpendicolare che parte dall’apice della cupola e passa attraverso l’altare maggiore, il pavimento e le fondamenta, c’è la tomba dell’apostolo Pietro. O meglio, quella che si crede essere (con buonissima probabilità) la tomba di San Pietro, la pietra su cui è stata costruita tutta la Chiesa. Dopo il martirio fu sepolto qui sulla collina del Vaticano, fuori dalle mura cittadine, dove già venivano sepolte migliaia di persone che non potevano essere sepolte all’interno. I primi cristiani sistemarono poi i resti di San Pietro in una semplice tomba segnalata da due colonnine tra le migliaia di altre tombe della necropoli. Esattamente sopra alla tomba dell’apostolo è stata poi edificata la prima basilica, e infine quella attuale.

roma sotterranea necropoli vaticana

Per accedere alla Necropoli vaticana praticamente si passa per l’ingresso di servizio di San Pietro

Non sono neanche religiosa, ma ti assicuro che è una visita davvero molto emozionante. Oltre alla tomba di San Pietro, che si riesce a vedere di scorcio tra i tanti resti archeologici, nella necropoli si possono ammirare molte altre tombe, spesso pagane, riccamente decorate con affreschi, fregi e sculture, e naturalmente moltissime tombe paleocristiane che testimoniano le alterne fasi di clandestinità e legalità della religione cristiana durante l’epoca dell’impero Romano.

Per visitare la Necropoli Vaticana bisogna prenotare con molto anticipo (io sono stata fortunata perché sono andata in bassissima stagione, ma mi hanno detto che spesso ci vogliono mesi) mandando una email all’Ufficio Scavi del Vaticano. Si viene accompagnati nella visita da una guida turistica specializzata e autorizzata dal Vaticano e non si possono fare foto né video.

Profondo Rosso

Dopo la necropoli Vaticana è un po’ strano parlare di un negozietto di pochi metri quadrati riservato ad un pubblico di nicchia, ma Profondo Rosso è un luogo di culto per pochi ma buoni! È la piccola bottega degli orrori di Dario Argento, un negozio specializzato in horror fondato dal maestro, dove trovare film, libri, oggetti da collezione e curiosità varie sul mondo dell’horror. È anche una piccola casa editrice indipendente che pubblica soprattutto saggi e monografie su scrittori e registi.

La chicca si trova nel sotterraneo del negozio, è il museo dedicato a Dario Argento, piccolo quanto sinistro e divertente. Vi sono esposti oggetti di scena, poster e cimeli vari provenienti dai set dei suoi film, allestiti in piccoli scenari che ricreano le scene più famose di film come Suspiria, Opera e naturalmente Profondo Rosso. La visita viene accompagnata e illustrata dalla voce registrata di Dario Argento in persona, che spiega gli oggetti e racconta qualche aneddoto curioso. L’ingresso al museo è a pagamento ma sono 5 euro spesi benissimo!roma profondo rosso

Basilica di San Clemente

La Basilica di San Clemente è il frutto di almeno 3 stratificazioni successive: una chiesa romanica (rimaneggiata in epoca barocca) costruita sopra una basilica paleocristiana del III secolo, costruita sopra un mitreo romano ancora più antico. Una situazione che sembrerebbe eccezionale, se non si trattasse di Roma. Si possono visitare i sotterranei con le visite guidate organizzate regolarmente ed è davvero come fare un viaggio indietro nel tempo. Ne ho parlato più in dettaglio in un post a cui ti rimando per approfondire la Basilica di San Clemente.

Sicuramente tornerò nella capitale molte altre volte e visiterò altri luoghi della Roma sotterranea (ho già diverse idee in testa), e terrò questo post aggiornato con le mie prossime scoperte. Spero di averti ispirato qualche visita nella capitale… oppure hai già visitato qualcuno di questi luoghi? Fammelo sapere con un commento!

Sai già dove dormire? Potrebbe interessarti anche: ostelli a Roma, dove dormire low cost nella capitale

 

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  • 35
  •  
  •  
  •  
  • 7
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *