Itinerario tra i borghi della Val d’Orcia

Condividi il viaggio!
  • 15
  •  
  •  
  • 6
  • 24
  •  
  •  
  •  

Oggi ti porto con me in un itinerario tra i borghi della Val d’Orcia, una zona che ha sempre rappresentato l’archetipo della Toscana nella mente di tantissime persone. Le sue colline dolci e dai colori contrastanti, bordate di cipressi e punteggiate di casali sono diventate molto più di una cartolina, sono diventate la Toscana nell’immaginario collettivo. E questo status invidiabile e privilegiato è del tutto meritato, perché questa parte di Toscana che si fa quasi Umbria è una delle zone più belle d’Italia, e le migliaia di turisti da tutto il mondo che ci affluiscono ogni anno non tolgono nulla alla pace e all’autenticità del luogo.

itinerario borghi della val d'orcia

Itinerario tra i borghi della Val d’Orcia

La Valdorcia è un piccolo universo diffuso da scoprire con calma, con un ritmo lento e fermandosi a gustare i piccoli piaceri lungo la strada, come un bicchiere di vino rosso, un vecchio albero o un tramonto. Il modo migliore per fare un itinerario tra i borghi della Val d’Orcia è in macchina (o magari in vespa), avendo a disposizione almeno 3 giorni, calcolando tempi dilatati e ore da dedicare al relax. Ecco le tappe da non perdere secondo me!

Bagno Vignoni

Secondo me è il borgo più bello della Val d’Orcia, sicuramente il più particolare, con la sua grande vasca cinquecentesca di acqua termale al centro del paese. L’acqua calda dalla Piazza delle Sorgenti defluisce giù per il versante della collina formando piscine e cascatelle e passando attraverso il Parco Naturale dei Mulini, che deve il nome ai suoi quattro mulini medievali che si possono raggiungere con un itinerario a piedi nella campagna.

itinerario borghi della val d'orcia

Bagno Vignoni

Montalcino

Oltre ad essere un affascinante borgo con una imponente fortezza medievale, Montalcino è soprattutto vino rosso: Brunello di Montalcino (ma non solo!) che secoli di tradizione hanno trasformato in un prodotto di eccellenza desiderato da tutto il mondo. Goditi un bicchiere di vino ad un tavolino in piazza e goditi la vita… e se ti piace l’architettura gotica non perderti la splendida Abbazia di Sant’Antimo, a pochi km da Montalcino, nella frazione di Castelnuovo dell’Abate.

Montepulciano

Un piccolo borgo che è un gioiello di architettura rinascimentale, raggruppato armoniosamente intorno alla Piazza Grande, dominata dal palazzo del Comune progettato da Michelozzo. Ma Montepulciano ha un lato enogastronomico tutto da scoprire, e ti consiglio di cominciare dall’incredibile Cantina de’Ricci, la cattedrale del vino: un paradiso per ogni amante del vino che sembra una cattedrale romanica scavata nel tufo, e che da molti è stata definita la cantina più bella del mondo.

A Montepulciano ti consiglio di fermarti a cena per mangiare una delle bistecche più buone del mondo e altri piatti della tradizione toscana all’Osteria Acquacheta, dove se vuoi puoi anche portarti il vino da casa.

itinerario borghi val d'orcia

Montepulciano

Pienza

Una volta era solo Corsignano, un piccolo borgo dimenticato dal mondo, ma quando uno dei suoi cittadini diventò Papa (Pio II) ne cambiò completamente il destino, ricostruendola da capo secondo i princìpi rinascimentali della città ideale. Il risultato è un paese piccolo nelle dimensioni ma grande nelle ambizioni e nel fascino, dove si ritrova tutta l’eleganza e l’armonia delle proporzioni del Rinascimento toscano. Un borgo talmente prezioso che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO.

itinerario borghi val d'orcia

Pienza

San Quirico d’Orcia

Un altro piccolo borgo che vanta un passato ricco e prestigioso, e che è rimasto praticamente inalterato da secoli, da quando era un importante crocevia di genti, culture, merci e idee, grazie alla sua posizione strategica lungo la via Francigena e all’incrocio di diverse rotte commerciali. A San Quirico d’Orcia si produce un olio extravergine d’oliva tra i migliori al mondo, celebrato ogni dicembre con la Festa dell’Olio, e per un pranzo a base di pasta fatta in casa e cucina casalinga toscana ti consiglio la Trattoria Osenna. Da non perdere una visita a Palazzo Chigi Zandodari e ai giardini rinascimentali degli Horti Leonini.

Tra Pienza e San Quirico d’Orcia fermati a fotografare la Cappella di Vitaleta. Magari il nome non ti dice niente, ma l’avrai vista migliaia di volte in fotografia: questa piccola chiesa sulla cima di una collina è una delle icone

 

della Toscana.

itinerario borghi val d'orcia

Monticchiello

Se Pienza rappresenta il trionfo della razionalità rinascimentale, Monticchiello è un perfetto esempio della spontaneità edilizia medievale, che ha prodotto uno dei paesi più carini della Toscana, tutto da girare a piedi apprezzando la tranquillità e il senso di sorpresa che si nasconde dietro ad ogni curva di un vicolo. Dove magari si nasconde una cascata di fiori che scende da un muro di vecchie pietre.

itinerario borghi val d'orcia

Monticchiello

E tu sei mai stato in questa zona della Toscana? Qual’è il tuo preferito tra i borghi della Val d’Orcia? Raccontami la tua esperienza con un commento!

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  • 15
  •  
  •  
  • 6
  • 24
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *