Cosa vedere a Tallinn: 5 cose da non perdere + 2 consigli extra

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

tallinn cosa vedereTallinn è stata la prima tappa del mio viaggio in Estonia e Lettonia, il biglietto di benvenuto nelle Repubbliche Baltiche. Una città antica che ha attraversato epoche diverse e tempi duri, che continua ad evolversi e a cambiare volto insieme ai cambiamenti del suo complicato paese, l’Estonia.

Oggi, a distanza di 25 anni dall’uscita dall’Unione Sovietica, la città si è ampiamente lasciata l’occupazione alle spalle e ha riscoperto la sua storia e i suoi punti di forza trasformandosi in una capitale piccola ma affascinante, perfetta da visitare in un paio di giorni, quasi completamente a piedi (è probabile che gli unici bus che ti serviranno saranno quelli per l’aeroporto), e che soddisfa sia gli appassionati di arte e storia che i viaggiatori in circa di vita notturna e birra buona ed economica.cosa vedere a tallinn

Ecco le 5 cose da vedere a Tallinn secondo me, cinque esperienze da non perdere nella capitale dell’Estonia, che hanno aggiunto valore al mio viaggio. Io sono riuscita a visitare Tallinn in due giorni scarsi, ma sei sei veloce e ottimizzi il tempo in base agli spostamenti e agli orari di apertura, probabilmente basta soltanto un giorno. Come guida ho utilizzato questa, molto utile per avere un quadro generale e per le informazioni pratiche.

Cosa vedere a Tallinn

La città vecchia – il cuore antico di Tallinn, pieno di casette dai colori pastello e dalle porte decorate, dove è un piacere passeggiare senza meta per le sue stradine acciottolate e perdersi un po’, per poi finire sempre nella grande Raekoja Platz, la piazza del municipio circondata da caffè e ristoranti. Ti consiglio di visitare la città vecchia sia da solo, lasciandoti guidare dai dettagli dei vicoli, e poi di visitarla di nuovo con una visita guidata per scoprirne tutti i segreti.tallinn cosa vedere

Un walking tour gratuito – un modo intelligente per conoscere la storia di Tallinn, ricevere tante informazioni sui suoi monumenti e scoprire angoli nascosti della città vecchia, leggende e curiosità sui luoghi visitati, e magari chiedere consiglio alla guida su dove cenare o dove bere qualcosa. Questi tour sono gratuiti nel senso che non c’è un prezzo stabilito a priori, ma se si è soddisfatti si lascia una mancia (io di solito lascio come mancia il corrispettivo del prezzo locale di una birra al bar). Ci sono diverse compagnie che propongono tour di un’ora e mezzo con questa formula, io l’ho fatto con EstAdventures e te li consiglio, ma posso garantirti che anche quelli di Traveller.ee sono altrettanto validi.tallinn estonia

Museo della Chiesa di San Nicola – se ti piace l’arte e vuoi visitare un museo io ti consiglio questo a colpo sicuro: è un museo di arte sacra medievale ospitato nella ex chiesa di San Nicola, distrutta dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e ricostruita con cura. L’opera più celebre e importante è la Danza Macabra, un grande dipinto del ‘400 che raffigura una schiera di importanti personaggi dell’epoca che danzano con degli scheletri. Credo che il senso di questa opera (e di molte altre simili, la Danza Macabra è un tema comune nell’arte di queste zone d’Europa) sia abbastanza chiaro ed evidente a tutti: non importa chi sei, se il papa o l’imperatore, prima o poi quel giro di danza tocca a tutti. Ma il museo è ricco di altre opere interessanti, e vale la pena di fermarsi ad osservare anche le tante lapidi tombali finemente scolpite, provenienti da questa ed altre chiese.tallinn estonia

Una passeggiata a Kadriorg – un grande parco cittadino pieno di verde e di grandi alberi, ad un paio di km dalla città vecchia (è ben servito dagli autobus ma si raggiunge anche a piedi senza fatica), che fu fatto realizzare dallo zar Pietro il Grande per sua moglie Caterina. Già che c’erano i due si fecero costruire qui anche una grande e sontuosa residenza, il Palazzo di Kadriorg, che oggi ospita una delle sedi del Museo d’Arte Estone, la sezione dedicata ai pittori stranieri. Se invece vuoi scoprire l’arte locale visita il Kumu, il Museo d’Arte Estone nella sua nuova sede super contemporanea, progettata dall’architetto finlandese Pekka Vapaavuori e inaugurata nel 2006. Si trova all’estremità est del parco di Kadriorg.

kadriorg tallinn

Palazzo di Kadriorg, dove se la spassava Pietro il Grande

Cibo e birra – la cucina estone non è tra le più famose del mondo e forse c’è un motivo. Il fatto è che non è molto diversa da quella di molti stati del centro europa, principalmente a base di maiale e patate e che risente delle influenze tedesche e russe. Però non c’è niente di male in una buona cena a base di maiale e patate, e comunque ci sono un sacco di alternative (ma credo che i vegetariani troveranno tempi duri), dai ristoranti medievali fino agli hamburger gourmet e al sushi.

Un paio di consigli extra

  • Tra le cose da vedere a Tallinn c’è anche il museo del KGB, ospitato in quello che una volta era l’unico hotel per stranieri in Estonia, e dove il KGB spiava tutti gli ospiti. Oggi l’edificio è stato trasformato in un moderno hotel, ed il museo è ospitato nel seminterrato. Io non sono riuscita a vederlo perché le visite in inglese sono soltanto una volta al giorno e ad orari molto variabili, e non è possibile visitarlo liberamente. Se vuoi visitarlo ti consiglio di telefonare o scrivere un’email al museo prima della visita per conoscere gli orari del tour in inglese (a meno che tu non conosca l’estone, il russo o il finlandese).
  • Un’altra cosa che avrei tanto voluto visitare è il Castello di Maarjamae, si trova qualche km fuori dal centro di Tallinn, sul mare, e si raggiunge in una quindicina di minuti di autobus dalla città vecchio. Ci sono andata ma purtroppo l’ho trovato chiuso per restauri. All’interno c’è un grande murale di epoca sovietica con operai, contadini, astronauti e il faccione di Lenin, che promette alti livelli di trash: mi sarebbe piaciuto vederlo, peccato.

Dove dormire a Tallinn

Se stai cercando un ostello moderno, confortevole, pieno di servizi ed economico ti consiglio di dare un’occhiata al Viru Backpackers Hostel e al The Monk’s Bunk Party Hostel. Sono entrambi in posizione centrale, il primo è coloratissimo e offre pancakes a colazione, il secondo ha splendidi murales a tema spaziale anche nelle camere.

Se invece preferisci dormire in un hotel controlla se ci sono camere libere al Three Crowns Residents, ospitato in un affascinante edificio antico con arredi e dettagli tipicamente estoni.

  •  
    visitare tallinn

    Chiesa ortodossa di San Nicola

Non essendoci stata personalmente non saprei dirti se vale la pena o meno visitare questi due luoghi a Tallinn, magari se decidi di andarci nel tuo prossimo viaggio in Estonia fammi sapere come sono! Oppure ci sei già stato? In questo caso quali sono i tuoi consigli su cosa vedere a Tallinn?

Forse può interessarti anche la bella escursione che ho fatto al Lahemaa National Park!


Per organizzare il tuo viaggio a Tallinn e nelle Repubbliche Baltiche ti consiglio:

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *