Come scegliere l’ostello giusto – 8 consigli per viaggiatori

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 4
  •  
  •  
  •  

come scegliere un ostelloAl momento di organizzare un viaggio zaino in spalla la scelta dell’ostello giusto può fare la differenza tra un viaggio difficile ed uno ben riuscito. L’ostello ideale non esiste, ma esiste quello migliore per ogni viaggiatore, che risponde alle sue esigenze offrendogli quello che cerca (e magari facendo a meno di quello che non è necessario).

Durante il mio ultimo viaggio un ostello in cui ho soggiornato si è rivelato molto scomodo e scadente; non l’avevo scelto io, e anche se nel complesso il viaggio rimane memorabile, questa esperienza poco piacevole con la struttura mi ha fatto riflettere su quali siano gli elementi importanti da prendere in considerazione al momento della prenotazione. Ti avevo già spiegato come funzionano gli ostelli, adesso voglio condividere con te i miei consigli su come scegliere un ostello, quello giusto e più adatto alle proprie esigenze, che terrò bene a mente al momento di organizzare il mio prossimo viaggio e che spero siano utili anche a te.

Forse può interessarti anche..

come scegliere un ostello

Come scegliere un ostello – 8 consigli per viaggiatori

Leggi le recensioni – è il modo migliore per fare una prima selezione degli ostelli disponibili in una località. Le recensioni su siti come TripAdvisor o su portali booking specializzati come HostelsClub (e le foto dei viaggiatori!) sono molto utili per individuare eventuali magagne come scarsa pulizia o un ambiente poco amichevole e accogliente. Non pendere la singola recensione come oro colato perché ogni esperienza è soggettiva, ma considera la media complessiva per avere un’idea del livello di soddisfazione degli ospiti.

Valuta la posizione – è un elemento fondamentale naturalmente! Una buona posizione può farti risparmiare tempo prezioso e soldi spesi nei trasporti pubblici per raggiungere un ostello troppo distante dal centro. Non deve necessariamente essere in pieno centro, ma almeno in una zona sicura e ben servita dai mezzi pubblici anche la sera.

Scegli il tipo di camera che fa per te – sono finiti i tempi delle camerate punto e basta. Oggi la maggior parte degli ostelli offrono anche camere singole e doppie, e diverse opzioni di camerate. Molte volte sono disponibili dormitori femminili o maschili e camerate di diversa capienza. Valuta l’opzione migliore in base alle tue esigenze, se cerchi più occasioni per conoscere nuove persone o se preferisci una sistemazione più tranquilla.

come scegliere un ostello

Willy Wallace Hostel, Stirling

No al risparmio ad ogni costo – quando si fanno viaggi zaino in spalla si tende a privilegiare il risparmio sopra ogni altra cosa, ma è un’idea sbagliata. Quello che è importante è il rapporto qualità-prezzo: l’ostello più economico molte volte si rivela il peggiore, e a fronte di una minima differenza di prezzo può esserci una grande differenza di servizi. Per esempio quando si tratta di scegliere la camerata, se la differenza di prezzo è di pochi euro a notte, conviene scegliere una camerata più piccola rispetto ad una molto numerosa, specie se ci sono pochi bagni a disposizione. L’ho imparato a mie spese dopo un soggiorno a New York, in camerata da 14 con un solo bagno e una sola doccia.

Occhio alla sicurezza – fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, quindi da un ostello pretendo che ci siano gli stipetti di sicurezza (i lockers) nei dormitori e che l’ingresso sia sorvegliato 24h su 24h, o che almeno ci sia un codice di sicurezza al portone. Anche le porte delle camere e dei dormitori dovrebbero avere la chiave o il codice di ingresso – addirittura al Code Hostel di Edimburgo ogni ospite aveva un codice personale per aprire tutte le porte della struttura.

ostello come scegliere

Celica Hostel, Lubiana

Valuta le aree comuni – sono proporzionalmente importanti al tempo che pensi di passarci. Se hai intenzione di trascorrere in ostello soltanto le ore di sonno le zone comuni non hanno molta importanza, ma se pensi di trascorrerci del tempo o vuoi socializzare con nuovi amici, allora diventano cruciali. Dovrebbero essere accoglienti e offrire sia zone dove rilassarsi che postazioni dove lavorare al computer o pianificare la prossima escursione. Cerca di capire anche le condizioni della cucina comune, assicurati che sia pulita, attrezzata e sufficientemente grande per tutti gli ospiti.

Servizi extra – la maggior parte delle strutture offrono servizi extra che possono rivelarsi molto utili e che sono punti a favore per la scelta finale: io ad esempio non rinuncio mai al wifi, ma un altro viaggiatore potrebbe trovare più utile un servizio di navetta per l’aeroporto o la presenza di lavatrici. Spesso gli ostelli organizzano anche escursioni, cene a tema ed eventi, che possono essere occasioni per scoprire qualcosa di nuovo, fare nuovi amici o risparmiare qualche euro.

Colazione inclusa – quando la colazione è inclusa è una gran bella cosa, anche se magari è molto semplice e consiste solo in caffè, tè, e toast con la marmellata. A volte per la colazione bisogna pagare un extra, in questi casi decido al momento dando un’occhiata alla sala della colazione, valutando prezzo e abbondanza in rapporto a quanto spenderei per fare colazione fuori (e anche alla possibilità di prendere uno spuntino per il pranzo, come un frutto o un panino).

E tu cosa ne pensi? Hai altri consigli su come scegliere un ostello da aggiungere ai miei? Fammi sapere la tua opinione con un commento!

consigli per scegliere ostello

Se ti è piaciuto questo articolo pinnalo!

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 4
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *