Fort William – cosa fare nella capitale outdoor della Scozia

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

fort william scozia

Per molti versi sono la classica ragazza di città, di solito ai paradisi naturali isolati preferisco i centri urbani pieni di vita e di stimoli culturali. Per fortuna però mi piace variare, e con un po’ di sorpresa mi sto scoprendo più attratta del previsto dal contatto con la natura in luoghi il meno frequentati possibile dalle grandi masse. Ho assecondato questa voglia di aria aperta e di ampi spazi decidendo di fermarmi a Fort William per 2 giorni in più, oltre alla giornata dedicata al Jacobite, il treno a vapore di Harry Potter che era il motivo iniziale che mi ha spinto fino a questo piccolo e tranquillo villaggio delle Highlands della Scozia.

Cosa ho fatto in quei 2 giorni a Fort William? Ho fatto soprattutto trekking, da sola ed in compagnia di un’altra viaggiatrice in solitaria incontrata lungo un sentiero. Ho mangiato cibo sostanzioso (ho scoperto che le scottish egg sono la merenda dei campioni sul Ben Nevis), ho bevuto qualche birra, un paio di whisky e sono andata a letto presto. E inaspettatamente ho sentito che avrei voluto fare quel tipo di vita ancora un altro po’, dovevo staccare la spina e a Fort William ho trovato proprio quello di cui avevo bisogno, e due giorni non erano abbastanza.fort william scozia

Se ti piace la vita all’aria aperta e il contatto con la natura Fort William è il posto che fa per te: è stata nominata capitale outdoor del Regno Unito perché è la base ideale per fare molte attività, dal trekking alle escursioni in mare per osservare la fauna. Ecco almeno 6 cose interessanti che puoi fare a Fort William e dintorni per scoprire questo bellissimo angolo di Scozia fuori dalle rotte del turismo di massa. Alla fine del post troverai anche qualche informazione pratica e consiglio su quando andare, come organizzarsi e dove dormire.

Cosa fare a Fort William, capitale outdoor UK

Trekking nel Glen Nevis

il Glen Nevis è stato definito da molti il più bello dei Glen, le strette vallate tipiche delle Highlands scozzesi. Anche se le cime non sono certo alte per i nostri standard, il Glen Nevis riserva bellissimi paesaggi di montagna con viste da paura sul mare, e km e km di sentieri alla portata più o meno di tutti gli escursionisti. Ho percorso alcuni sentieri a piedi e sono passeggiate davvero molto belle, tra foreste, cime avvolte dalla nebbia, brughiere e stretti fiordi che si allungano in mare: gli stessi itinerari si possono percorrere anche in mountain bike. I percorsi di trekking partono dal parcheggio che si trova a 3 km a sud di Fort William (difficile sbagliare, c’è una sola strada, è quella che costeggia il fiume Nevis).fort william scozia

Salita al Ben Nevis

Con i suoi 1344 metri è la montagna più alta di tutta la Gran Bretagna, ma a vederlo non è affatto una vetta: il Ben Nevis è bassetto e arrotondato per i nostri standard alpini, un ragazzo inglese nel mio ostello ha ammesso che “non è una vera montagna, è più un bozzo”, però è un bozzo molto bello. Con i suoi fianchi coperti di brughiera e punteggiati di rocce, la sua cima quasi sempre avvolta nelle nebbie e la vista dei loch e del mare di fronte, a poche centinaia di metri dalla montagna, è davvero un posto ideale dove fare escursioni nella natura.

Essendo così basso e non particolarmente ripido, si può scalare il Ben Nevis anche senza essere Rehinold Messner, e poi sentirsi fighi per aver conquistato la vetta più alta della Gran Bretagna. Un essere umano medio impiega circa 5 ore per salire e 3 per scendere, quindi è fattibile in una giornata. Per i super eroi c’è la Ben Nevis Hill Race, l’annuale gara di velocità per la conquista della cima: i più allenati ci mettono circa un’ora e mezzo per salire e scendere! Io ho percorso solo la parte iniziale della salita al Ben Nevis, e il sentiero è molto sconnesso e pieno di pietre arrotondate, mi hanno detto che i partecipanti alla gara riescono a metterci così poco tempo perché in pratica fanno tutta la salita saltando da un sasso all’altro “come capre di montagna” (citazione testuale di un autoctono) sperando di non scivolare.ben nevis trekking

La salita è abbastanza faticosa ma non troppo impegnativa e i sentieri sono ben segnalati, l’unico rischio concreto è il meteo: in questa zona il tempo cambia rapidamente e ritrovarsi in cima durante un temporale può essere pericoloso.

West Highland Way

Per i veri appassionati di trekking e di cammini simbolici Fort William ha un valore aggiunto: è la tappa finale della West Highland Way, un famoso percorso da fare a piedi, oltre 150 km nella natura selvaggia delle Highlands scozzesi che parte da Milngavie, a nord di Glasgow. Ogni anno migliaia di escursionisti la percorrono zaino in spalla, fermandosi a dormire negli ostelli lungo il percorso. L’ultima parte della West Highland Way attraversa il Glen Nevis e si fonde con i sentieri locali della valle: ho visto tante persone superarmi spedite dopo giorni di cammino, ricoperte di fango, bagnate fradice (piovigginava da giorni) e due erano pure azzoppati, ma la soddisfazione stampata sulle loro facce quando raggiungevano il piccolo monumento che segna la fine del cammino era impagabile.fort william scozia

Escursioni in barca

È una delle esperienze a cui tenevo di più, purtroppo però non ho potuto fare l’escursione in barca per osservare la fauna selvatica a causa del maltempo. Spero che comunque le indicazioni che ho raccolto possano tornarti utili. L’unica compagnia che fa brevi crociere di 2 ore nel Loch Linnhe è la Crannog Cruises, le barche partono dal piccolo molo di Fort William, dove c’è anche il Crannog Restaurant, ristorante di pesce degli stessi proprietari che funge anche da ufficio prenotazioni per le escursioni.

Si può prenotare anche per telefono o per email (trovi i contatti sul sito di Crannog Cruises), ma c’è sempre l’incognita meteo: visto che il paese è piccolissimo, se il tempo non è bello conviene andare di persona al molo/ristorante il giorno stesso e assicurarsi che la barca parta effettivamente. A quanto pare le foche si vedono sempre (c’è una colonia stabile), e con un po’ di fortuna si possono avvistare anche cetacei, aquile e altri uccelli.fort william scozia

Visita ad una distilleria di Whisky

Una delle esperienze da non perdere durante un viaggio in Scozia è una visita ed una degustazione in una distilleria di whisky tradizionale, per scoprire il vero gusto del liquore scozzese più amato nel mondo e imparare a riconoscerne profumi e sapori. A pochi km di distanza dal centro di Fort William c’è la Ben Nevis Distillery, una delle distillerie più antiche, ai piedi della montagna più famosa della Gran Bretagna. Si visita con visite guidate che comprendono anche un assaggio finale; c’è anche un bar, un ristorante e naturalmente un negozio dove poter comprare il whisky.

La Ben Nevis Distillery è un po’ fuori dal centro, ma si raggiunge con una passeggiata di 40 minuti o con 10 minuti di autobus (partono dal parcheggio della stazione).fort william cosa fare

Il Jacobite

Non potevo non citarlo: è il motivo per cui il 70% delle persone vengono qui, ed è obiettivamente una figata. È il treno a vapore di Harry Potter, quello che si vede nei film, insomma il vero Hogwarts Express; e da maggio a ottobre percorre il tratto di ferrovia che collega Fort William a Mallaig, attraversando paesaggi selvaggi e incantevoli e correndo sopra al Glenfinnan Viaduct, il celebre ponte con gli archi di pietra. È stata un’esperienza esaltante, sia da viaggiatrice che da fan di Harry Potter: trovi il racconto dettagliato del viaggio e tutte le informazioni per prenotarlo nel post dedicato al treno a vapore Jacobite.

Visitare Fort William – informazioni pratiche

  • Quando andare – il periodo ideale per fare una vacanza outdoor nelle Highlands va da primavera a metà autunno: quando sono andata io, a fine ottobre, era già molto freddo, spesso il tempo è pessimo e molte attività organizzate (come le escursioni in barca) vengono sospese a partire da ottobre. In inverno molte persone vengono qui a sciare nel comprensorio del Nevis Range, ma credo che non sia proprio il massimo per gli amanti dello sci italiani.fort william ostello
  • Dove dormire – io sono stata al Bank Street Lodge, un ostello nel centro del villaggio, semplice e molto accogliente, con una cucina comune ben fornita e una sala comune spartana ma funzionale. Non ho trovato posto nelle camerate così ho preso una camera privata calda, pulita e confortevole (tutto quello di cui avevo bisogno). L’ho scelto perché volevo una sistemazione centrale per comodità di spostamenti, ma la maggior parte degli alloggi di Fort William si trovano nei dintorni del paese, spesso sono bei cottage in affitto o bed and breakfast familiari immersi nella natura (dai un’occhiata alle tante opzioni disponibili su Booking.com), ma sono piuttosto isolati e c’è bisogno della macchina.
  • Come arrivare – Fort William si raggiunge da Glasgow con 4 ore di treno e qualcosa di meno in autobus. Ti consiglio sicuramente di fare il tragitto in treno come ho fatto io per cogliere l’opportunità di viaggiare lungo la West Highland line, una delle 10 ferrovie più belle del mondo.

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

6 commenti

  • Claudia Boccini

    Utilissimo questo post! Sto iniziando a concretizzare l’itinerario scozzese e… L’escursione in barca la metto in programma!

  • Sono esattamente come te, anche io una ragazza da città! Però in Scozia, non si può fare a meno di una piccola escursione in mezzo al nulla. Ricordo che dopo giorni nelle selvagge Highlands, durante i quali non abbiamo incontrato NESSUNO, una volta a Fort William mi sono commossa di fronte a negozi e pubs!

  • Ciao Claudia,
    mi hai fatto ricordare quando, nel lontano ’92, osservai il Ben Nevis da Oban. E’ vero che per i nostri standard è una montagna modesta, ma essere al mare in agosto e vedere la neve poco sopra te fa un certo effetto.
    Tanti auguri a te che sei una viaggiatrice e non una turista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *