Oro di Spello – l’olio d’oliva nel cuore dell’Umbria

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

spello umbriaIl weekend passato in Umbria per Frantoi Aperti mi ha regalato due borghi splendidi, tanto olio extravergine d’oliva e parecchia buona cucina. Il primo giorno l’ho trascorso a Trevi, mentre il secondo a Spello, borgo altrettanto delizioso in tutti i sensi. In quei giorni era in corso Oro di Spello, l’annuale manifestazione per valorizzare il territorio, celebrare la coltivazione degli olivi e la produzione di olio d’oliva di alta qualità e mantenere vive le tradizioni contadine locali. L’intero paese in quei giorni si anima di persone, musica, profumi e mercatini, e passeggiare per le sue stradine di pietra è un piacere per tutti i sensi.oro di spello

Il Frantoio di Spello

Ho iniziato la mia giornata con una visita al frantoio di Spello, gestito dalla UCCD, una cooperativa di piccoli agricoltori locali associati per produrre olio extravergine d’oliva DOP Umbria colli Assisi-Spoleto. Prima di visitare la zona produttiva del frantoio sono stata accolta nel salone da un caminetto acceso e scoppiettante e una bruschetta calda con l’olio nuovo. Qui si può anche vedere un breve filmato sul territorio e sul valore dell’olivo in questa zona dell’Umbria. Naturalmente si può anche degustare l’olio e comprarlo per portarselo a casa! (ma si può comprare anche online sul sito del Frantoio).

oro di spello

Accoglienza al Frantoio di Spello

Oro di Spello

Poi ho raggiunto il borgo, dove mi aspettavano tutti gli eventi di Oro di Spello: la sagra dell’Olivo e della Bruschetta e la festa della Benfinita con la sfilata dei tradizionali carri di frasche. Una festa di paese ancora autentica e molto vissuta, dove le persone vestono gli abiti tradizionali della campagna umbra e allestiscono grigliate in strada, banchetti e degustazioni di olio, salumi, formaggi e altri prodotti tipici.

oro di spello

Alcuni dei Carri della Frasca

La sfilata dei Carri della Frasca è molto particolare: si tratta di vecchi carri che risalgono dalle campagne fino in cima alla collina dove è arroccato Spello, con sopra un albero di olivo tutto addobbato con salumi, formaggi, pane, frutta e altri prodotti poveri ma gustosi del territorio. Durante la sfilata sui carri si balla e si suonano canzoni tradizionali, e alla fine vengono scelti i tre più belli che vincono un premio. A tutti piace competere, così c’è anche una gara gastronomica tra i terzieri del paese che si sfidano nelle taverne e nelle osterie.

Ma ogni passo in giro per stradine e piazzette è un richiamo irresistibile per la pancia: ovunque ci sono banchetti di salami, salsicce secche, formaggi, conserve e altre cose buone da mangiare tipiche dell’Umbria. Impossibile non fare shopping e portarsi a casa qualcosa.

oro di spello

tu non hai fame?

Dove mangiare: ristorante il Frantoio

Qui mi sono fermata per mangiare un pranzo veloce ma molto buono a base di carne alla griglia e verdure grigliate, finendo in bellezza con un pezzetto di rocciata, il dolce tipico di queste zone. Atmosfera rustica e familiare, personale molto gentile e accogliente, e un interessante menu di piatti tipici umbri, carni alla griglia, pizza e torte al testo.

Da vedere a Spello: la Cappella Baglioni

Se come me ti piace l’arte non perderti la Cappella Baglioni, all’interno della collegiata di Santa Maria Maggiore, decorata nel 1501 dal Pinturicchio con un ciclo di affreschi dedicati alla vita della Vergine e all’infanzia di Gesù. In un angolo della cappella c’è una parete dipinta ad effetto trompe l’oeil con una mensola e l’autoritratto dell’artista come se fosse un quadro appeso al muro.spello umbria

Insomma, una visita a Spello ne vale sempre la pena, per molti è uno dei borghi più belli dell’Umbria. E ne vale la pena soprattutto durante Frantoi Aperti, nel weekend di Oro di Spello, perché anche la pancia vuole la sua parte! La manifestazione gastronomica si svolge ogni anno alla fine di novembre, consulta il sito ufficiale per conoscere tutti i dettagli delle date e degli eventi della prossima edizione.

oro di spello

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *