Dove (e soprattutto cosa) mangiare a Philadelphia

Condividi il viaggio!
  • 19
  • 9
  • 6
  •  
  • 8
  •  
  •  
  •  

cosa mangiare a philadelphia

Reading Terminal Market

Il capitolo cibo negli Stati Uniti è sempre fonte di gioie e sorprese: finalmente superato lo stereotipo che vede gli USA associati solo al junk food, si scopre l’America è piena di cose buone da mangiare, con influenze e cucine provenienti da tutto il mondo, di ingredienti locali d’eccellenza e con una varietà tale che accontenta qualsiasi palato.

Anche questo mio ultimo viaggio ha confermato tutto: sulla East Coast ho mangiato benissimo, soprattutto nei quattro giorni trascorsi a Philadelphia, tra mercati locali, cucina asiatica e qualche scorribanda nel junk food americano per eccellenza.

Tutto comincia col cheesesteak

Se ti stai chiedendo cosa mangiare a Philadelphia, ti consiglio di cominciare subito dal Cheesesteak, il panino simbolo della città. Il Philly cheesesteak è un “sub”, un panino lungo, riempito di carne di manzo alla griglia tagliata fine e formaggio (tradizionalmente il Cheez Whiz). Fu inventato negli anni ’30 da Pat Olivieri, proprietario del negozio che esiste tutt’oggi, Pat’s King of Steaks (237 E Passyunk Avenue), da decenni acerrimo rivale di Geno’s Pizza, che si trova proprio di fronte. La questione se sia meglio il Cheesesteak di Pat o di Geno è una delle più discusse in città, e bisognerebbe provare entrambi per valutare. Io il mio cheese steak non l’ho mangiato da nessuno dei due, bensì da Jim’s Steak , che mi è stato consigliato da tre diversi amici del posto.

cosa mangiare a philadelphia

E cheesesteak sia

Cibo dal mondo

Ma Philadelphia non è solo cheesesteak, anche se è universalmente conosciuta per questo. La prima sera, insieme a Rachel, la mia host di couchsurfing, abbiamo fatto una passeggiata per Chinatown, e poi ci siamo fermate a cena al Dim Sum Garden (1020 Race Street), il suo ristorante cinese preferito. Per approfondire cos’è un dim sum ti rimando a wikipedia; dalla mia devo dire che è stata la cena cinese più buona della mia vita, anni luce lontana dai ristoranti cinesi che si trovano in Italia, con tante piatti al vapore gustosi e leggeri.

Un altro pranzo insieme a Rachel è stato da Spice End (2004 Chestnut Street), ristorante indiano contemporaneo specializzato in kati rolls, gustosi, leggeri e speziati. È molto economico soprattutto a pranzo, quando ci sono menu fissi a 5 dollari, con kati roll, riso e insalata, ideali anche da portare via e da mangiare mentre si cammina (ma si può mangiare anche seduti ai tavoli del ristorante). Da bere ci sono anche succhi di frutta fresca.

Hot dog e hamburger gourmet

Sempre su consiglio di Rachel ho pranzato da Underdogs (132 S 17th St.): non si poteva dire di no alla suo imperativo “se ti piacciono gli hot dogs DEVI andare lì”! Mai nome fu più azzeccato, perché Underdogs si trova in un seminterrato, quasi nascosto in una piccola strada secondaria, ma sarebbe un errore passare oltre senza notarlo. Il menu è appeso al muro, ci sono decine di variazioni sul tema hot dog, una più invitante dell’altra, con salsicce diverse e condimenti di qualità: chili o bacon, verdure grigliate, formaggi vari e qualsiasi tipo di salsa ti venga in mente. Anche le patatine erano molto buone, croccanti e non troppo unte come spesso succede in America.cosa mangiare a philadelphia

Invece sul fronte hamburger gourmet insieme al mio host Robert sono stata a cena da Shake Shack, di cui avevo sentito parlare molto, ed ero curiosa di provarlo. Shake Shack è nato nel 2000 come food cart a Madison Square Garden, New York, e poi ha iniziato ad aprire ristoranti in molte città americane, soprattutto sulla costa est. In America è citato ovunque per la bontà dei suoi hamburger e delle patatine, e devo dire che la sua fama è meritata: era tutto divino, anche se in porzioni piccoline. Shake Shack ha due ristoranti a Philadelphia, uno in 3200 Chestnut Street e l’altro al 2000 Sansom Street.

cosa mangiare a philadelphia

Shake Shack – the perfect burger and fries

Prodotti freschi e street food al mercato

Tra le esperienze da non perdere a Philadelphia c’è una giro al Reading Terminal Market, un mercato alimentare in una vecchia stazione ferroviaria. Qui si trovano centinaia di banchi che vendono prodotti locali freschi, dalle verdure alla carne, fino ai bellissimi granchi e aragoste dell’Atlantico. Naturalmente si può anche mangiare praticamente qualsiasi tipo di street food, dall’onnipresente cheeseteak ai soft pretzel tipici di Philadelphia, fino alla cucina asiatica. Una sezione del mercato ospita gli agricoltori e gli allevatori amish, che qui vendono i loro prodotti biologici.

cosa mangiare a philadelphia

Una ragazza amish prepara i soft pretzel tipici di Philadelphia

Appendice sui donuts

Tutte, ma proprio tutte le persone che ho conosciuto, concordano nell’affermare che i donuts più buoni di Philadelphia sono quelli di Federal Donuts. Li ho assaggiati, ed effettivamente sono divini, sia quelli tradizionali fritti che i cake donuts, cioè quelli con l’impasto da torta e cotti al forno. Federal Donuts ha diversi negozi in tutta la città, ed ha il sito web più figo dell’universo (l’intro non si può saltare, ma è tutto lì il bello).

Se i miei consigli su dove e cosa mangiare a Philadelphia non ti sono bastati e vuoi scoprire meglio questa splendida città degli USA ti consiglio di leggere anche le 10 cose da non perdere a Philly.

cosa mangiare a philadelphia

Mmm… donuts.


Condividi il viaggio!
  • 19
  • 9
  • 6
  •  
  • 8
  •  
  •  
  •  

Può interessarti anche:

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *