6 consigli per un viaggio a Londra low cost

Condividi il viaggio!
  •  
  • 21
  •  
  •  
  • 5
  •  
  •  
  •  

viaggio a londra low costRipenso all’ultima volta che sono stata a Londra, una di quelle città dove non mi stanco mai di tornare, e già comincio a macchinare il prossimo viaggio. Ho perso il conto di quante volte ci sono già stata, ma tanto non è quello l’importante: quello che è importa è tutto quello che devo ancora vedere, visitare e assaggiare. Per fortuna Londra può essere una meta di viaggio molto low cost, se ci si organizza con attenzione e se si conosco un paio di trucchi.

Nel mio metro di valutazione di un viaggio low cost conta anche il fattore sbattimento: secondo me è inutile risparmiare 10 euro se questo corrisponde a 5 ore di sbattimento che potrebbero essere impiegate in modo migliore. Quindi direi che il parametro fondamentale è il rapporto risparmio/sbattimento.viaggio a londra low cost

Detto questo, ecco quindi i miei 6 consigli per un viaggio a Londra low cost, frutto della mia esperienza ma non solo. La parte relativa a dove mangiare spendendo poco è frutto della collaborazione con l’impagabile Valeria di ItalianTours, guida turistica che vive lì e soprattutto ci mangia ogni giorno!

6 consigli per un viaggio a Londra low cost

1 – il volo. Sembra scontato, ma le compagnie low cost sono la scelta obbligata, soprattutto Ryanair, che ha tantissimi collegamenti tra Stansed e molti aeroporti italiani. Quello che forse è meno scontato da dire è che scegliendo con cura gli orari di partenza si può guadagnare o perdere un’intera giornata a Londra. Ma si può anche scegliere l’orario del volo allo scopo di risparmiare una notte in hotel o in ostello: questo discorso mi porta direttamente al punto 2.

2 – dormire in aeroporto – lo faccio soprattutto al ritorno da Stansed, quando magari ho il volo da Londra all’Italia la mattina molto presto. La sera prima arrivo in aeroporto con l’ultimo autobus, mi sistemo per passare 3-4 ore nella zona delle biglietterie e poi appena aprono la zona dei check passo lì, dove fa più caldo e ci sono più seggiolini. L’aeroporto di Stansed è aperto tutta la notte e il personale non crea nessun problema alle persone che passano la notte lì. Ho visto gente attrezzatissima con tenda, materassini e coperte, e mi hanno confermato che alcuni viaggiatori ci passano in aeroporto più di una notte come alternativa a costo zero al campeggio. Io al massimo mi porto un sacco a pelo e un cuscino gonfiabile.

viaggio a londra low cost

ecco come si fa

Dormire in aeroporto non è il massimo della comodità, soprattutto negli scali low cost, ma il livello di sbattimento è praticamente identico – se non minore – all’alternativa di pagare per dormire poche ore in un hotel, poi alzarsi alle 4 del mattino, prendere l’autobus e raggiungere l’aeroporto sperando di non arrivare tardi.

3 – dove dormire? – secondo la mia teoria del rapporto risparmio/sbattimento l’opzione migliore è un ostello in zona King’s Cross. Una zona non troppo distante dalle zone più centrali che volendo sono raggiungibili a piedi, e servita giorno e notte dai mezzi pubblici, metro e autobus che fermano alla vicina stazione ferroviaria. Ce ne sono diversi, tutti comodi e con delle buone valutazioni, ma il mio preferito è il Generator Hostel: moderno, colorato, accogliente, pulito e pieno di servizi.viaggio a londra low cost

4 – Musei gratis – la manna dal cielo! In Inghilterra tutti i musei pubblici sono gratuiti, compresi i principali musei nazionali della capitale come il British Museum o la National Art Gallery. Ringrazia la regina e aprofittane quanto più possibile: hai idea di quanti musei ci sono a Londra? E alcuni come appunto il British, sono talmente grandi e con collezioni così varie che una sola visita non basta, e il bello è che essendo ad ingresso libero si può tornare quante volte si vuole, anche solo per un’opera in particolare. Un esempio di cosa ho visitato durante il mio ultimo viaggio lo trovi nel post dedicato a mostre e musei insoliti.

5 – Free Walking tours. Ovvero i tour della città a piedi gratuiti. Precisiamo: sono gratuiti nel senso che non si paga per partecipare, ma è sottointeso che si deve lasciare la mancia alla guida (non credevi mica che le guide dei free tours lavorassero gratis per la gloria? ). In altri stati queste visite guidate a piedi gratuite sono comuni perché le persone sono abituate a lasciare le mance, in Italia nessuno lascia la mancia, e le guide ovviamente non hanno nessuna voglia di lavorare gratis. Sulla questione di quanto sia una giusta mancia è difficile valutare, io di solito mi regolo con il prezzo di una birra nel paese in cui mi trovo: una mancia pari al costo di una birra per ogni persona che partecipa al tour. Comunque il costo di una mancia è sempre più economico rispetto a prenotare lo stesso tour a pagamento. Un ultimo avvertimento: controlla sempre che siano guide autorizzate!viaggio a londra low cost

6 – dove mangiare (bene) spendendo poco. Ecco gli indirizzi suggeriti da Valeria per un pasto gustoso ed economico:

  • Fryer’s Delight – il fish and chips più buono di Londra, recensito anche da Timeout (19 Theobalds Road, ferma della metro Holborn)
  • Goddard’s at Greenwich – 22 King William Walk – il paradiso delle pie, le tradizionali torte salate inglesi alla carne. Costano 5,80 £ l’una e vengono accompagnate da purè, piselli, salsa gravy o fagioli.
  • Sempre in quella zona, al mercatino di Greenwich si trova cibo etnico proveniente da ogni parte del mondo, quasi sempre con un ottimo rapporto qualità-prezzo.
  • Jen Cafè – 4-8 Newport Place, Chinatown – ristorante cinese specializzato in dumplings, molto cheap ma di ottima qualità.
  • Chilli Chutney – praticamente sotto al London Eye, la grande ruota panoramica, un ristorante indiano che serve piatti gustosi a prezzi irrisori.
  • Hobbs Meat Roast – all’interno del Borough Market (8 Southwark street) questo piccolo negozio vende panini ripieni di pulled pork (maiale arrosto sfilacciato) con salse e altri ingredienti a scelta per 5 sterline.dove mangiare a londra spendendo poco

Se vuoi altri consigli sull’argomento food dai anche un’occhiata ai consigli di Danila su dove mangiare a Londra spendendo poco.

E tu hai altri consigli per un viaggio a Londra low cost da aggiungere ai miei? Lasciami un commento e li aggiungerò alla lista!

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  • 21
  •  
  •  
  • 5
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *