Degustazione d’eccellenza alla Mostra dell’Artigianato

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

mostra dell'artigianato firenzeSabato scorso sono tornata dopo tanti anni alla Mostra dell’Artigianato di Firenze. Per un certo periodo ci andavo ad ogni edizione, ma poi mi sono stancata: il prezzo del biglietto alto, più o meno sempre le solite cose, un gran casino di gente.

L’occasione giusta per tornare alla Fortezza da Basso in occasione della Mostra dell’Artigianato è stato l’evento organizzato da Yelp e da Qualita Magazine, una degustazione guidata di prodotti di eccellenza provenienti dall’area fiorentina. E ho constatato con piacere che il prezzo del biglietto d’ingresso è tornato a livelli ragionevoli (6 euro intero, 4 euro ridotto per soci Coop, possessori di biglietto dell’autobus e molte altre categorie), e che anche gli espositori sono molto più vari e interessanti rispetto al passato. Quello che non è cambiato è la ressa, c’è sempre un sacco di gente.degustazione enogastronomica

Qualita Magazine è un progetto mirato a far emergere sul mercato piccoli produttori di eccellenze enogastromiche, portato avanti da persone competenti e con molta passione per quello che fanno. Per capire meglio il loro progetto ti consiglio di visitare il sito perché con la mia breve descrizione temo di non aver reso giustizia al loro lavoro.

Ed è così che ho incontrato Maria Paola, architetto pentito come me, che ha preferito lasciare i progetti per le confetture. Adesso insieme al marito ha avviato Dolceverde, una piccola produzione artigianale di marmellate di frutta, confetture di verdure e creme salate per crostini. Le sue non sono confetture qualunque, perché grazie ad un macchinario speciale riesce a lavorare la frutta senza cuocerla, e aggiungendo solo poco zucchero, spezie e nessun conservante. Da provare le confetture salate e quelle con combinazioni particolari di sapori, come pere noci e pepe (la mia preferita!). Dolceverde è in piazza Dresda 11 a Firenze.dolceverde firenze

La tappa successiva nella via delle eccellenze è stata la degustazione di Chianti del Podere Ghisone di Montespertoli, azienda a gestione familiare da tre generazioni. Un bianco, un rosato e due rossi prodotti secondo i criteri dell’agricoltura biologica in un territorio che da sempre offre ottimo vino, anche se meno conosciuto rispetto ad altre sottozone di produzione del Chianti.degustazione chianti

Il Podere Ghisone produce anche un ottimo vin santo che ha accompagnato gli altrettanto squisiti cantuccini artigianali della Pasticceria Fiorentina di Montespertoli (via Roma 28), una pasticceria che conosco e dove ho fatto alcune colazioni memorabili. Non avevo mai assaggiato però i loro cantucci, ed è un peccato perché sono morbidi e gustosi, e ci sono alcune versioni notevoli come quelli al cioccolato e pere e quelli con fichi e noci.degustazione prodotti d'eccellenza

Qui è finita la degustazione guidata, ma visto che ormai ero nel padiglione food ho fatto un giro tra gli altri stand gastronomici presenti alla Mostra dell’Artigianato. Ed è stata la mia rovina. Sono uscita con un kg e mezzo di taralli pugliesi (come si fa a resistere ai taralli?), un salame alla cipolla di Certaldo (è stato bellissimo ritrovare questo buonissimo salame locale dopo un anno – l’avevo incontrato per la prima volta ad Artigianato e Palazzo) e un arancino di riso to go.Gli arancini sono il mio tallone di Achille, peggio dei taralli.mostra dell'artigianato firenze

Altri assaggi interessanti? Il gorgonzola al tartufo – mi sono pentita di non averlo comprato – e qualsiasi cosa proveniente dallo stand della regione Sardegna, ma anche i salumi della Calabria e quelli dei piccoli produttori toscani. E poi spezie colorate e profumate, provenienti da ogni parte del mondo, gelati artigianali di diverse tradizioni locali italiane, e una pasticceria siciliana da paura.

La Mostra dell’Artigianato non è mai stata così interessante da quando ho rivalutato il padiglione della gastronomia! Mi toccherà tornarci alla prossima edizione, anche perché stavolta sono stata distratta dal cibo e non ho avuto tempo da dedicare agli altri padiglioni della Fortezza da Basso.mostra dell'artigianato firenze

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *