Laurel Hill Cemetery, Philadelphia. Non un qualsiasi cimitero vittoriano

Condividi il viaggio!
  • 16
  •  
  •  
  •  
  • 39
  •  
  •  
  •  

Laurel Hill CemeteryFondato da un libraio quacchero nel 1836, quando Philadelphia stava rapidamente passando da un villaggio ad una grande città, il Laurel Hill Cemetery a prima vista è un classico cimitero vittoriano degli Stati Uniti. Ma passeggiando per i suoi viottoli sconnessi e osservando meglio, si capisce che è straordinario per un sacco di motivi.

È uno dei primi esempi di cimitero rurale in America, una tipologia che si diffuse agli inizi dell’800, dove le tombe sono inserite in un paesaggio naturale (o almeno simile) ai margini delle città, e che erano pensati anche come spazi ricreativi, essendo a tutti gli effetti grandi parchi dove poter passeggiare e stare all’aria aperta.

Ma la cosa che si nota ancora prima di varcare i cancelli del Laurel Hill Cemetery è che è immenso. Una città dei morti ormai circondata da quella dei vivi, che si stende per km e km tra lo Schuylkill River e un paio di grandi arterie periferiche.cimitero vittoriano

Ci sono due ingressi lungo Ridge Street, e il visitor center è all’ingresso nord. Io sono arrivata a piedi all’ingresso sud, e se non fosse stato per un gentile necroforo che mi ha dato un passaggio sul pick-up e mi ha fatto attraversare il cimitero in 5 minuti, avrei dovuto fare un lungo trekking cimiteriale per raggiungere il centro visitatori.

Invece è una buona cosa entrare da nord e passare dal piccolo ma attrezzatissimo centro visitatori che ospita anche un gift shop. Il Laurel Hill Cemetery è un National Historic Site ed è preparato e organizzato per il turismo funebre, vi verranno forniti opuscoli informativi e una cartina che indica anche i punti dove poter utilizzare il servizio di audio-guida via cellulare. Quasi ogni giorno si tengono eventi di vario tipo: visite guidate per approfondire temi specifici, letture di poesie e racconti, persino lezioni settimanali di yoga.

Iscriviti alla newsletter di Viaggi Verde Acido per scaricare gratuitamente la Checklist dei cimiteri monumentali italiani!

Iscriviti alla newsletter



tombe e lapidi

Riposo eterno con vista sul fiume

Camminando sotto una pioggerellina leggera ho incontrato tutti il campionario dei classici simboli funebri tipici di un cimitero vittoriano: angeli del dolore, urne velate, croci e sarcofagi ricoperti di edera, archi e colonne spezzate.

Per approfondire leggi anche: guida pratica ai simboli dei cimiteri e al loro significato.

C’è un vialetto lungo il fiume che si chiama Millionaire’s Row, la fila dei milionari, perché vi si affacciano decine di monumentali cappelle funebri dove sono sepolti i cittadini più ricchi di Philadelphia di varie epoche. E ci sono sepolti molti personaggi importanti della storia americana, come eroi della Guerra di Rivoluzione Americana e della Guerra civile.

Ma seguendo le segnalazioni della mappa e aguzzando la vista si possono trovare sepolture molto più bizzarre e particolari rispetto alle classiche sepolture romantiche di epoca vittoriana. Ecco alcune tra le tombe più strane e curiose:

La tomba (finta) di Adriana Balboa. Sì, lei, la moglie di Rocky. È stata installata nel 2006 per girare alcune scene del fim Rocky Balboa, nel quale la sua amata moglie defunge. Poi la tomba è rimasta dov’è, per la gioia degli appassionati del film e di curiosità cimiteriali.

adriana balboa rocky

Adrianaaaaaaa

La tomba di Harry Kalas, commentatore sportivo della squadra dei Philadelphia Phillies. È stato ricordato con gli attrezzi del mestiere: un microfono gigante di marmo e due file di seggiolini provenienti dal Veterans Stadium. I suoi fans lasciano spesso sulla sua tomba dei ricordi come bicchieri da shot e bottiglie di liquore.

Laurel Hill Cemetery

Harry Kalas

“Old Mortality and His Pony” – una sepoltura che sembra un presepe, almeno fino a quando non si legge il nome dell’opera e non si realizza che è piuttosto inquietante.

Laurel Hill Cemetery

Old Mortality and His Pony

Una misteriosa tomba a forma di Y. Non sono riuscita a capire il senso della Y, ma il necroforo di cui sopra esclude che sia riferita ai New York Yankees.

Laurel Hill Cemetery

Y?

E poi lei, la tomba più inquietante e oscura di tutte, il William Warner Memorial. Una ragazza che scoperchia un sarcofago, dal quale esce uno spirito sotto forma di volto alato e circondato da quello che sembra fumo. Che altro aggiungere dopo questo?

Laurel Hill Cemetery

la tomba più inquietante del mondo

Il Laurel Hill Cemetery si trova un po’ lontano rispetto al centro di Philadelphia, ci si arriva con una corsa in autobus e una passeggiata di circa quindici minuti in un quartiere non troppo affascinante, ma ne vale la pena. Si capisce che questo cimitero mi è piaciuto tanto? Infatti ci ho fatto anche un video!

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  • 16
  •  
  •  
  •  
  • 39
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *