Trekking al Lago del Mis: i Cadini del Brenton e la Cascata La Soffia

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

trekking lago del mis

trekking Lago del Mis

Difficile scegliere da dove cominciare a raccontare #PiaveLive: il blogtour organizzato dal Consorzio del Bacino Imbrifero del Piave è durato una settimana ed è stato intenso e pieno di cose da fare e da vedere, toccando molti lugoghi e aspetti diverdi. Non sono una grande sportiva e cammino poco, ma una delle attività che mi sono piaciute di più, a sorpresa, è stato il trekking al Lago del Mis, nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Forse perché abbiamo fatto questa escursione l’ultimo giorno, ma quello dello scorso sabato, passato a camminare all’aria aperta, è uno dei ricordi più intensi di questa settimana passata in Veneto, risalendo il fiume Piave.

trekking lago del mis

Trekking al Lago del Mis

Abbiamo raggiunto il Lago del Mis con il nostro pulmino: lo spettacolo inizia appena oltrepassato il cartello che indica l’ingresso nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Dopo poche curve la vista si apre sul lago dalle acque verdi e trasparenti, così chiare che si vedono chiaramente i ciottoli sul fondo. Tutto intorno al lago svettano le Dolomiti, con le vette immerse nella foschia del mattino. È difficile resistere alla voglia di fermarsi ad ogni curva per scattare una foto prima di raggiungere il punto di partenza dell’escursione.

trekking lago del mis

I Cadini del Brenton

cadini del brenton

La prima parte del trekking si è svolta lungo il sentiero dei Cadini del Brenton. È un percorso lungo poco più di un km che scende lungo una serie di piscine e cascate naturali create dal torrente Brenton. Lo scorrere delle acque ha scavato la roccia creando quindici piscine naturali in serie, collegate tra loro da cascatelle che continuano lentamente a trasformare le rocce, regalando loro nuove forme e sfumature di colori. L’acqua è freddissima, ma è talmente limpida e verde che la prima cosa che ho pensato è che avevo una gran voglia di farci il bagno.

cadini del brenton

I Cadini del Brenton costituiscono un sentiero mediamente impegnativo che si percorre in circa 30 minuti, ma vi consiglio di farlo senza fretta e fermandosi sui vari ponticelli di legno ad ammirare e fotografare i giochi d’acqua tra le rocce e il bosco. Il sentiero dei Cadini del Brenton all’andata è in discesa, e anche se non è troppo faticoso è piuttosto scivoloso e bisogna fare attenzione. Al ritorno bisogna anche aggiungere la fatica di rifare in sentiero in salita, ma ne vale la pena.

Il trekking lungo i Cadini del Brenton è stata una delle sorprese più belle del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, un angolo di pace e un piccolo gioiello di paesaggio e natura. Posso solo immaginare quanto sia bello questo luogo in inverno, con la neve e le cascate e le piscine naturali ghiacciate…

cadini del brenton

trekking lago del mis

trekking lago del mis

La Cascata la Soffia

Il secondo trekking è stato forse ancora più bello del primo, e ci ha portati alla scoperta della Cascata della Soffia, nascosta tra le rocce a cui si arriva attraversando grotte, anfratti e specchi d’acqua cristallina verdi e azzurri.

trekking lago del mis

Ci siamo spostati con il nostro pulmino di poche centinaia di metri, sull’altra riva del Lago del Mis, e abbiamo cominciato il trekking dalla piccola chiesa sulla sponda del lago. La chiesetta è stata ricostruita nel dopoguerra dopo che è stata distrutta, e oggi una lapide ricorda i sei giovani morti durante un rastrellamento nazista nella vicina Gena. Da qui comincia il sentiero che costeggia il Lago del Mis fino a raggiungere un’apertura nella roccia: è l’ingresso ad un mondo incantato.

cascata della soffia

Il percorso si addentra tra le rocce erose dalle acque delle Dolomiti, un susseguirsi di caverne, piscine naturali scintillanti e dai riflessi verdi, e piccole cascate. Il trekking termina in una grotta a cui si accede solo in due o tre alla volta, e qui il fiume offre lo spettacolo più bello. L’acqua scorre violentemente in una grande cascata che riempie quasi completamente la grotta, tra schizzi, arcobaleni e un costante rombo musicale. Di fronte a questa cascata ci si sente davvero vicini alla natura e alla sua semplice potenza, e le foto non rendono affatto giustizia a questo luogo (anche per colpa di tutti gli schizzi!).

cascata della soffia

Ho avuto la fortuna di vedere questi due spettacoli naturali offerti dal Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi ai primi di ottobre, quando il Lago del Mis ha un livello molto basso e i torrenti non sono né troppo asciutti né troppo gonfi, e creano le cascate senza allagare tutto. La Cascata La Soffia si può vedere così come l’ho vista io, al suo meglio, soltanto un mese all’anno, tra settembre ed ottobre; lo stesso vale per i Cadini del Brenton.

trekking-lago-del-mis-cascata-la-soffia

Dove dormire nei dintorni

Se hai intenzione di fermarti a dormire tra la natura e la pace delle Dolomiti Bellunesi ti consiglio di dare un’occhiata a queste due strutture:

Sono entrambi a Sospirolo, un paese ideale dove rilassarsi e una base perfetta per andare alla scoperta del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un commento

  • Che bellezza! Questi sono posti che adoro! Ci son stata solo una volta, ma troppo di fretta…. Mi segno sicuramente la grotta per qualche nostro prossimo giro. Grazie mille Claudia, e bellissime foto: ci credo che avevi voglia di tuffarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *