Bilbao – architettura contemporanea a Abandoibarra

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

bilbao architettura contemporanea

Bilbao in pochissimi anni è riuscita a reinventarsi: da città industriale in forte crisi si è trasformata nel polo turistico e culturale dei Paesi Baschi e non solo, visto che è una delle città più visitate di tutta la Spagna. Il motore del rinnovamento di Bilbao è stata la costruzione del museo Guggenheim negli anni ’90, che ha dato il via ad una serie di progetti di riqualificazione urbana tuttora in corso. In pochi anni le più grandi archistar del mondo hanno arricchito Bilbao di edifici e infrastrutture moderni e di forte richiamo, rendendola la meta perfetta per gli appassionati di architettura contemporanea.

Vuoi scoprire cos’altro c’è di interessante da visitare? Leggi anche la mia mini-guida a Bilbao!

Vi propongo una passeggiata a piedi alla scoperta dell‘architettura contemporanea di Bilbao, nel quartiere di Abandoibarra, che una volta ospitava industrie, depositi e magazzini. Oggi è il cuore della rinascita della città e qui si concentrano i più importanti edifici di recentissima costruzione.

bilbao architettura contemporanea

E ovviamente si parte dal Museo Guggenheim, progettato da Frank Gehry e inaugurato nel 1997. Da fuori è sorprendente e sembra sfidare la geometria, ma entrandoci dentro si può capire meglio che i volumi sono più semplici di quanto sembrino. Le collezioni del museo non mi hanno fatto impazzire ma vale la pena pagare il biglietto per visitare l’interno dell’edificio. Per maggiori informazioni vi rimando al mio post sul Guggenheim di Bilbao.

bilbao architettura contemporanea

il cane fiorito di Jeff Koons

Fuori dal Guggenheim fanno bella mostra due sculture di due artisti molto famosi, il cagnolino gigante tutto ricoperto di fiori di Jeff Koons e l’enorme e inquietante ragno di bronzo di Louis Bourgeois, che fa la guardia all’ingresso del museo costringendo i visitatori a passargli tra le zampe.

bilbao architettura contemporanea

il ragno gigante di fronte al Guggenheim di Bilbao

La maggior concentrazione di nuove architetture si trova in Plaza Euskadi, che dal 2011 si apre proprio accanto al Guggenheim. In questa piazza di Abandoibarra si affacciano alcuni tra gli edifici più recenti e interessanti di Bilbao.

bilbao architettura contemporanea

Plaza Euskadi, con l’Edificio Artklass, le Viviendas Ferrater e la Torre Iberdrola sullo sfondo

La più famosa è la Torre Iberdrola, progettata dall’argentino César Pelli – lo stesso delle Petronas Towers di Kuala Lumpur – che costituisce l’edificio più alto della città. Ai piedi della torre troviamo altri edifici inaugurati tra il 2010 e il 2012, come il Paraninfo de la Universidad del Paìs Vasco, il complesso di condomini Viviendas Ferrater e il discusso Edificio Artklass, in stile revival modernista, assai poco attuale.

bilbao architettura contemporanea

la Torre Iberdrola e le Viviendas Ferrater

Uno degli edifici più interessanti di Plaza Euskadi è la Nueva Biblioteca de la Universidad de Deusto. Di giorno non è particolarmente impressionante, è un grosso parallelepipedo ricoperto di vetrocemento, ma di sera quando viene illuminata dall’interno diventa molto affascinante.

bilbao architettura contemporanea

la Nueva Biblioteca de la Universidad de Deusto

A poche centinaia di metri dal Guggenheim, proseguendo lungo la riva del fiume si incontra lo Zibuzuri, ovvero il ponte bianco in lingua basca. Progettato dal prezzemolino dell’architettura Santiago Calatrava, questo ponte pedonale curvo e molto bello, si è rivelato una rogna esattamente come il ponte di Calatrava a Venezia. Anche in questo caso il ponte pedonale in metallo e cristallo è risultato essere fragilissimo e molto scivoloso quando piove, mandando all’ospedale diversi pedoni.

bilbao architettura contemporanea

lo Zibuzuri di Calatrava

Inoltre non è molto funzionale dal punto di vista dei percorsi, così il Comune di Bilbao ha deciso di aggiungere una piattaforma di collegamento progettata da Arata Isozaki. Calatrava non l’ha presa tanto bene e ha denunciato il Comune di Bilbao per aver violato i suoi diritti morali. Alla fine in tribunale ha vinto l’architetto valenciano, ma il collegamento aggiunto da Isozaki rimane.

Il collegamento è la passerella Isozaki che collega lo Zibuzuri alle Isozaki Atea, un grande complesso di sette edifici che ospitano gallerie commerciali e appartamenti. Da lontano è impossibile non notare le due grandi torri vetrate gemelle, unite insieme da una scalinata monumentale larga 50 metri.

bilbao architettura contemporanea

Isozaki Atea

Come arrivare a Abandoibarra? Utilizzando la splendida metro di Bilbao, progettata da Norman Foster, e scendendo alla fermata Abandoibarra che è proprio in Plaza Euskadi. I caratteristici accessi alla metro in acciaio e vetro sono chiamati dagli abitanti fosteritos. La stazione di Sarriko è un po’ decentrata ma se avete tempo fateci un salto, invece del fosterito ha una grande copertura trasparente che illumina tutta la stazione della metro sottostante.

Se stai cercando informazioni per un viaggio nei Paesi Baschi forse può interessarti anche 5 motivi per visitare San Sebastian.

metro bilbao fosterito


Per organizzare il viaggio ti consiglio:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Può interessarti anche:

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *