Visitare le Cinque Terre in treno

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

visitare le cinque terre

Le Cinque Terre sono un luogo splendido, non mi stupisce che siano così famose nel mondo e così frequentate dai turisti stranieri. Oltre ad essere un luogo di una bellezza unica, hanno anche il vantaggio di permettere ai viaggiatori di esplorarle come meglio credono: si può scegliere di muoversi nel territorio facendo un trekking a piedi lungo i sentieri, visitare i borghi marinari in barca oppure percorrere le Cinque Terre in treno.

cinque terre in treno

Vernazza

Durante #WeLevanto abbiamo dedicato un giorno alle Cinque Terre: sicuramente non è abbastanza per godersele appieno, ma è sufficiente per innamorarsene e voler ritornare. Nella mattinata abbiamo visitato le Cinque Terre in barca, poi siamo sbarcati a Vernazza e abbiamo raggiunto i singoli borghi spostandoci con il treno. Il treno delle Cinque Terre è un modo molto comodo per muoversi, passa piuttosto frequentemente e collega La Spezia ai cinque borghi marinari e a Levanto, dove avevo la mia comoda base all‘hotel Oasi. I treni sono vecchi e affollatissimi, specialmente d’estate e nei fine settimana, ma i paesaggi che saltano fuori lungo il percorso all’uscita di ogni galleria compensano abbondantemente.

visitare le cinque terre

Vernazza, Cinque Terre

Vernazza mi ha accolta con il suo piccolo porto, con il faro in bella vista (mi piacciono tanto i fari!), con le casette dipinte a colori vivaci, che ancora portano i segni della recente alluvione, con le voci dei turisti allegri, eccitati dal sole, dal mare e dalla bellezza che li circonda. Ho passeggiato per le stradine di questo minuscolo paese, curiosando nei negozietti, perdendomi nei piccoli dettagli. Vernazza però me la ricorderò soprattutto vista dal mare, che si ingrandisce lentamente man mano che mi avvicino con la barca.

visitare le cinque terre

una cartolina da Vernazza

cinque terre in treno

la spiaggia di Monterosso al Mare

Il treno ci ha portato poi a Monterosso al Mare, dove ci aspettavano quelli che avevano scelto di arrivare alle Cinque Terre con un trekking da Levanto. Abbiamo mangiato un ottimo pranzo di pesce, all’ombra di un pergolato proprio di fronte alla spiaggia, con un bicchiere di vino bianco locale. Non mi ero accorta di quanto mi mancassero i frutti di mare freschi finché non me li sono ritrovati nel piatto qui, a Monterosso. Il borgo antico di Monterosso si raggiunge a piedi attraversando una galleria pedonale che passa attraverso la collina, che ti proietta direttamente al centro del piccolo paese, fatto anche lui di casette colorate addossate l’una all’altra, pieno di fiori, di negozietti di artigianato e di ristorantini interessanti.

cinque terre in treno

spaghetti allo scoglio in riva al mare. Yeah!

Non volevo perdere l’occasione per visitare almeno un altro borgo, così insieme ai superstiti di questa lunga giornata siamo saltati di nuovo sul treno delle Cinque Terre per raggiungere Riomaggiore. Purtroppo abbiamo potuto dedicare solo pochi minuti alla visita dell’ultimo dei cinque paesi, ma mi sono bastati per convincermi a tornare, anche perché la luce del tardo pomeriggio era perfetta e la vista che si vede dalla terrazza panoramica sul piccolo porto è uno spettacolo. Il piccolo porto di Riomaggiore mi ha ricordato dei tanti bagni che ho fatto di fronte ai moli e nei porticcioli della mia Livorno, e mi ha fatto venire un’irresistibile voglia di nuotarci.

visitare le cinque terre

Riomaggiore

Voglio tornare in questi luoghi per fare il bagno, per mangiare ancora la farinata ligure e per fare la passeggiata che hanno percorso alcuni di noi e che Patrick ha raccontato nel suo post sul trekking da Levanto a Monterosso. E voglio tornare per visitare anche gli altri due borghi che mi mancano: Corniglia l’abbiamo vista soltanto dal mare, durante l’escursione in barca alle Cinque Terre, e Manarola mi manca proprio.

cinque terre in treno

Monterosso, Cinque Terre


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Può interessarti anche:

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *