5 buoni motivi per visitare Firenze che forse non conoscevi

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono una persona molto fortunata perché vivo nella città che più amo al mondo, e faccio un lavoro che mi piace tanto – la guida turistica – e che mi sbatte in faccia ogni giorno quanto Firenze sia unica, ricca e con una forte identità locale. Non parlo spesso della mia città sul blog perché è casa mia e tendo a non considerarla argomento di viaggio, ma naturalmente c’è tutto il resto del mondo che la considera una meta di viaggio tra le più desiderate, e che viaggia per migliaia di km solo per visitare Firenze.

Così, con questo post che HRS mi ha invitato a scrivere, vi porto a fare un giro per Firenze insieme a me, alla scoperta di alcune piccole gemme poco battute dal turismo di massa.

visitare firenze

Museo La Specola, Salone degli Scheletri

La Specola – Il museo scientifico più antico del mondo, ed uno dei più particolari di Firenze. Nato per ospitare le più svariate collezioni scientifiche dei Granduchi di Toscana e come osservatorio astronomico, La Specola oggi ospita una sezione del Museo di Storia Naturale di Firenze (dislocato in più sedi), quella di zoologia, con oltre 5000 animali conservati con vari metodi in esposizione (ma sono circa 3 milioni e mezzo quelli conservati dal museo). Inoltre La Specola espone la splendida collezione di cere anatomiche del ‘700 e ‘800, e al piano inferiore si può visitare anche la tribuna dedicata all’adorazione laica di Galileo Galilei.

La caffetteria delle Oblate – In via dell’Oriuolo c’è una biblioteca pubblica frutto di un recente restauro di un antico convento, la Biblioteca delle Oblate. Andate sulla terrazza all’ultimo piano della biblioteca, dove c’è una caffetteria che offre uno dei panorami più belli di Firenze e della cupola del Duomo. La caffetteria delle Oblate è aperta anche la sera ed è un posto perfetto per un aperitivo con vista, ma a me piace molto venirci la mattina per fare colazione (chiusa la domenica!).

La Torre di Arnolfo – Tutti quelli che sono stati a Firenze l’hanno vista svettare sopra Palazzo Vecchio, in Piazza della Signoria, ma pochi ci sono saliti sopra fino alla cima. La Torre di Arnolfo domina la città da oltre 700 anni e dalla sommità si gode di una delle viste più belle su Firenze, a 360 gradi e da un punto di vista centrale. La visita include il percorso sui camminamenti di ronda e l’ingresso all’Albergaccio, la cella posta nella Torre di Arnolfo che ha ospitato prigionieri illustri come Cosimo il Vecchio e Girolamo Savonarola. Il biglietto può essere solo per la torre o cumulativo con il Museo di Palazzo Vecchio.

visitare firenze

vista di Firenze dalla torre di Palazzo Vecchio

Il chiostro dello Scalzo – Non è semplice visitarlo perché gli orari di apertura sono piuttosto complicati (e per quelli vi rimando al sito del Polo Museale Fiorentino) ma ne vale davvero la pena. È un piccolo chiostro appartenuto alla Compagnia dei Disciplinati di San Giovanni Battista, affrescato nella prima metà del ‘500 da Andrea del Sarto, uno dei miei artisti preferiti. Il ciclo di affreschi illustra la vita del Battista ed è volutamente monocromo come scelta di modestia, i personaggi dipinti sembrano eterei e quasi spettrali, e sono di una armonia disarmante.

Un gelato davanti alla fontana dello Sprone – Andate sul lato Oltrarno di Ponte Santa Trinita, e compratevi un gelato alla gelateria all’angolo davanti al ponte (Gelateria Santa Trinita). Fate pochi passi avanti fino all’incrocio con il semaforo e potrete mangiarvi un gelato di fronte ad una fontana realizzata dall’inventore del gelato. È la fontana dello Sprone, realizzata da Bernardo Buontalenti nel 1600 per il matrimonio di Cosimo II de’ Medici, un esempio della fantasia un po’ grottesca dell’artista fiorentino: scultore, architetto, urbanista, esperto pirotecnico e anche inventore del gelato.

visitare firenze

fontana dello Sprone, Firenze

Info:

Museo La Specola – via Romana 27

Caffetteria delle Oblate – via dell’Oriuolo 26

Torre di Arnolfo – presso Palazzo Vecchio

Chiostro dello Scalzo – via Cavour 69

Gelateria Santa Trinita – piazza Frescobaldi 11-12 r

Iscriviti alla newsletter di Viaggi Verde Acido per scaricare gratuitamente la Checklist dei musei di Firenze con i miei appunti personali!

Iscriviti alla newsletter



Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 commenti

  • Ciao Claudia,
    quest’estate farò un salto a Firenze grazie ad uno smartbox e sto leggendo tutti i tuoi consigli sulla città 🙂 Li custodisco per poi utilizzarli quando sarò lì 🙂
    Grazie mille, sei proprio brava!
    A presto
    Fede

    • claudia garage

      grazie Federica, mi fa tanto piacere! Se hai bisogno di altre dritte chiedimi pure, e fammi sapere quando vieni a Firenze, magari ci incontriamo per un gelato 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *