Oslo Opera House, stavolta sotto la neve

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

opera house oslo
Ero già stata all’Opera House di Oslol’anno scorso, ma era pieno agosto e c’era un bel cielo azzurro. Quest’anno invece ho avuto l’opportunità di vedere l’altra faccia di Oslo e del suo teatro dell’opera, il lato invernale, nevoso e tanto norvegese… era tanto che volevo andare in Norvegia in inverno, e volevo vedere questo edificio esattamente così, coperto di neve.
Perché è così che me lo immaginavo d’estate, e perché è così che appare per tanti giorni dell’anno, come un iceberg innevato che emerge dal fiordo ghiacciato, una veduta ormai familiare agli abitanti di Oslo ma assolutamente caratteristica e affascinante per i viaggiatori mediterranei come me.
opera house oslo

Finalmente sono potuta salire sul tetto in discesa dell’Opera (l’anno scorso era chiuso per l’allestimento di un palco), un tetto percorribile e accessibile da tutti, una piazza urbana elevata da cui si gode di una vista magnifica sulla città e sull’Oslofjord.

È praticamente inevitabile scivolare sulla superficie innevata inclinata, così come sugli scalini laterali ghiacciati, quindi tanto vale prendere la salita (ma soprattutto la discesa) come un gioco!
opera house oslo

L’Opera House è stata progettata dallo studio norvegese Snøhetta ed è stata inaugurata nel 2008. l’edificio si può visitare completamente all’interno con una visita guidata a pagamento, ma senza sborsare una corona si può comunque gironzolare per il grande foyer caldo e luminoso e passeggiare sulla terrazza del tetto. Il piano inclinato che scende direttamente in acqua invece in inverno è chiuso per ovvi motivi di sicurezza.
Dimenticavo, oltre ad essere un bell’elemento di architettura contemporanea, naturalmente è anche e soprattutto un teatro che ospita il Balletto e l’Opera nazionale norvegese; durante il periodo di Natale si tengono regolarmente concerti natalizi.

P.s. quando finalmente ho scritto questo post e ho sistemato le fotografie mi sono accorta di non averne fatta neanche una con l’Opera House davanti, e non da sopra o da dentro… furba.

opera house oslo

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *