Finalmente Roma!

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

colosseo
Sono stata parecchie volte a Roma, ma sempre per suonare con la mia band o per prendere un aereo, e a parte aeroporti e locali con musica dal vivo non sono mai riuscita a vedere molto altro della Città Eterna. A fine ottobre finalmente sono stata a Roma per due giorni, e anche se il primo era tutto occupato da un workshop, il secondo l’ho dedicato a visitare una piccolissima parte di tutto quello che avrei voluto vedere.
visitare roma
Partendo dalla mia comodissima base, ovvero il Ciak Hostel, sono andata a visitare il Colosseo e a fare una passeggiata lungo i Fori Imperiali: sarà che ultimamente ho studiato molta archeologia, ma il fascino delle rovine romane è irresistibile, nonostante siano quasi soffocate dal traffico, dai cantieri e dalle bancarelle di souvenir.
visitare roma
Raggiunta piazza Venezia mi sono incontrata con un amico per visitare insieme la mostra al Vittoriano dedicata a Cezanne e gli Artisti del 900. La mostra mi è piaciuta molto, di Cezanne ci sono poche opere minori in realtà, e l’esposizione si concentra sull’influenza che ha avuto su principali artisti italiani del primo 900, ma è comunque molto interessante, anche se altri visitatori sono rimasti delusi.
Visto che eravamo al Vittoriano e che l’ingresso è gratuito, abbiamo visitato anche il Museo del Risorgimento. Ci è piaciuto molto più del previsto, pensavamo ad un museo noioso fatto ad hoc per le scolaresche in gita, invece è ricco di cimeli anche curiosi che sono un buon veicolo per approfondire le storie di coraggio e lotta per l’unità d’Italia.
Uscendo dal Museo del Risorgimento ci si trova proprio davanti alla facciata della Basilica di Santa Maria in Aracoeli, e vale davvero la pena di entrare: è un vero e proprio scrigno pieno di tesori: dal pavimento cosmatesco alle sculture di Arnolfo di Cambio e Donatello, fino ai dipinti di Benozzo Gozzoli e Pinturicchio.
visitare roma
La pausa pranzo l’ho trascorsa al Parco del Colle Oppio, mangiando un panino al sole ancora caldo di fine ottobre, passeggiando alla ricerca delle Terme di Traiano e aspettando le 15 per l’apertura della Basilica di San Clemente in Laterano. Me ne avevano parlato tanto, e la visita non ha deluso le mie aspettative: visitare San Clemente è un vero e proprio viaggio indietro nel tempo e una discesa nel cuore di Roma. Il biglietto per accedere alla basilica inferiore paleocristiana costa 4 euro e li vale tutti, ma vale la pena di visitare con attenzione anche la basilica superiore.
visitare roma
San Clemente va visitata con calma e attenzione, e alla fine il mio tempo era scaduto, ho dovuto tornare alla stazione Termini e prendere il mio treno per Firenze. Ho lasciato Roma ancora una volta con la voglia di vedere di più, e la mia lista dei desideri romani non fa che allungarsi…
visitare roma

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *