visitare Sternatia, nel cuore della Grecìa Salentina

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

sternatia salento
L’ultimo giorno nella Grecìa Salentina l’ho trascorso nel piccolo e caratteristico borgo di Sternatia, un agglomerato di casette addossate a formare vicoli silenziosi dove si ha solo l’illusione di perdersi ma non ci si perde mai veramente, grazie al campanile barocco della chiesa di Maria SS. Assunta che spunta sempre sopra i tetti e che fa da punto di riferimento visivo.
Sono entrata nel paese di Sternatia passando attraverso l’antica Porta Filia, ovvero dell’amicizia, e mia accolta con un tramonto spettacolare sui suoi tetti e con musica e poesie tradizionali grike.
Subito dopo ho avuto l’opportunità di visitare il frantoio ipogeo che si trova proprio adiacente alla Porta Filia: un antro nel cuore della terra scavato a forza nella pietra dalla pazienza e del lavoro dell’uomo.
Ci è stato suggerito di entrare nel frantoio ipogeo uno alla volta e di vivere l’esperienza della discesa come un momento intimo di riflessione, ed è stato probabilmente il modo migliore per poter entrare in contatto con un luogo particolare come questo: la fatica, la pazienza e il tempo passato si percepiscono chiaramente guardando le grandi macine e toccando le ruvide pietre.
Il frantoio non è aperto al pubblico regolarmente ma telefonando all’ufficio turistico del comune di Sternatia saranno molto felici di farvelo visitare.
sternatia salento
Abbiamo passeggiato per i vicoli caratteristici del paese fermandoci in alcune case e laboratori per ammirare le lavorazioni artigianali che gli abitanti cercano di mantenere vive: dai finissimi ricami e merletti alla tessitura al telaio, abilità e prodotti d’eccellenza che rischiano di andare perduti. Se decidete di passare da qui non dimenticate di entrare un momento nella corte interna di Palazzo Granafei, è una piccola meraviglia nascosta.
sternatia salento
Ancora una volta devo ringraziare Agrifeudi che mi ha permesso di scoprire Sternatia e il territorio della Grecìa Salentina in modo autentico e partecipato, rendendomi una rootista alla scoperta delle radici di luoghi e persone che hanno saputo sorprendermi con la loro identità ancora forte e legata alla terra.
sternatia salento

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *