Un giro della Laguna Veneta in barca

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

laguna veneta in barca
La laguna veneta in barca è stata un’esperienza divertente ed emozionante, e non mi aspettavo che mi sarebbe piaciuta così tanto. Esplorare questi luoghi così legati all’acqua su una barca e con delle persone del luogo è probabilmente il modo migliore per scoprire la laguna.
Durante il mio weekend in laguna veneta ho passato una intera giornata a bordo di una barca in giro per le isole, ho mangiato benissimo e ho potuto scoprire degli angoli e degli aspetti di questo luogo che non avrei mai potuto apprezzare da sola, grazie ai due ragazzi della Alisei Service, che non solo hanno pilotato la barca, ma ci hanno fatto da guide e hanno cucinato per noi. Da sola non avrei mai pensato di visitare Chioggia per esempio, né Pellestrina (di cui tra l’altro ignoravo l’esistenza, quindi figuriamoci…), non avrei mai scoperto l’esistenza delle moleche e non avrei avuto un nuovo obiettivo nella mia vita (mangiare le moleche), non sarei mai stata su un casone da pesca e probabilmente non avrei neanche mai mangiato le uova di seppia.
laguna veneta in barca

al casone da pesca

Il nostro giro della laguna veneta in barca è cominciato in mattinata dal piccolo porto di Fusina, vicino a Mestre e al Jolly Camping Village dove allggiavamo. Abbiamo fatto scalo a Chioggia e a Pellestrina e abbiamo concluso il giro con un passaggio dal canale della Giudecca per una vista di Venezia al tramonto spettacolare.
Nel mezzo a tutto questo c’è stata anche una tappa ad uno dei casoni da pesca, una specie di piattaforma su palafitte utilizzata dai pescatori della laguna e da noi per goderci un pranzo squisito in una cornice molto suggestiva.
L’antipasto l’abbiamo mangiato a bordo, cozze fatte in padella con le cipolle delicatissime, probabilmente le cozze più buone che abbia mai mangiato. Poi ci siamo trasferiti sul casone da pesca per la portata principale, spaghetti al nero di seppia con le sue uova, squisiti: non avevo mai mangiato la pasta al nero (solo il riso) né le uova di seppia, ma entrambe le cose hanno funzionato alla grande 🙂
laguna veneta in barca

le cozze

laguna veneta in barca

Chioggia

Il tour della laguna veneta in barca è proseguito a Chioggia, che mi è piaciuta un sacco, così tanto che sto già pensando di tornarci (in fondo devo ancora visitare Venezia, un salto a Chioggia ci sta). Se non ci fosse stato Roberto, un ragazzo del luogo innamorato cotto della sua città, non avrei potuto apprezzare Chioggia allo stesso modo. È deliziosa, con i suoi canali, le casette sgargianti e la sua tranquillità: ci sono pochissimi turisti e l’atmosfera è ancora molto autentica.
Pellestrina è un’isola che sembra una cartolina, è piccolina e piena di fiori, di stradine ombrose e di biciclette. Abbiamo fatto una passeggiata lungo il molo, per i vicoli e fino alla spiaggia piena di conchiglie, e poi abbiamo navigato di nuovo nella laguna veneta alla volta di Venezia.
laguna veneta in barca

Pellestrina

Purtroppo non c’è stato tempo di fermarsi a Venezia, ma anche solo passare con la barca dal canale della Giudecca, e vedere i ponti e le calli brulicanti di gente, e le cupole di San Marco che risplendono con i raggi del tramonto, è stato uno spettacolo. Venezia mi ha concesso un piccolo assaggio e si è assicurata che io adesso voglia mangiare tutta la torta.
laguna veneta in barca

preparativi a Venezia per la Biennale

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *