5 motivi per visitare il museo egizio di Torino

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

museo egizio di torino
Durante il mio weekend ho visitato per la prima volta il Museo Egizio di Torino, incredibilmente non ci ero mai stata neanche in gita con la scuola, e durante le mie precedenti visite a Torino mi era sempre sfuggito per mille motivi. Lo sapevo già che mi sarebbe piaciuto tantissimo e le mie aspettative non sono state deluse.
Invece di fare il diario delle tre ore che ci ho passato dentro (e sono volate), ho trovato i miei 5 motivi per cui mi è piaciuto così tanto il Museo Egizio.
museo egizio di torinoPer il Libro dei Morti – è esposto su un’intera parete, nella prima sala che si incontra lungo il percorso del museo. È un lunghissimo papiro ancora molto ben conservato che racconta con immagini e geroglifici il complicato passaggio dei defunti all’aldilà, ed è un piccolo capolavoro artistico, oltre che un reperto incredibilmente prezioso.
museo egizio di torinoPer le mummie dei gatti – sappiamo tutti che i gatti erano sacri per gli egizi, ma questo non toglie niente alla tenerezza del gesto di voler fare di tutto per portare con sé nell’aldilà il proprio animale domestico, il proprio amato gattino (anche considerando che la mummificazione era un processo difficile e molto costoso). Al Museo Egizio di Torino sono esposte moltissime mummie di gatti (e di altri animali) fissati nella loro tipica posizione seduta, con le orecchie dritte e i tratti del muso dipinti con cura.
museo egizio di torino
museo egizio di torinoPer lo statuario che si trova nel piano interrato – la collezione di grandi statue di dei e faraoni, sfingi e massicci sarcofagi in pietra è già di per sé spettacolare, e l’allestimento delle sale rende decisamente giustizia. Le pareti completamente nere e lucide e le luci ben posizionate esaltano le forme e le superfici delle statue e l’effetto complessivo lascia a bocca aperta.
museo egizio di torinoPer i modellini di imbarcazioni – tra tanti splendidi sarcofagi e maschere funerarie riccamente decorate ci sono piccoli oggetti meno preziosi ma molto affascinanti che rischiano di passare inosservati, come alcuni modellini in legno che rappresentano imbarcazioni funebri rifinite nei minimi dettagli e popolate di figurine umane dipinte con cura e dai gesti molto espressivi.
museo egizio di torinoPer gli oggetti di uso quotidiano – sono tantissimi, dagli attrezzi usati per la tessitura ai contenitori per il cibo e le bevande, fino agli strumenti per l’igiene e la cura personale, e aprono una finestra affascinante sulla vita di tutti i giorni degli egizi, rendendoli immediatamente delle persone molto più simili a noi di quanto non pensavamo.
museo egizio di torino

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *