weekend a Torino

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

weekend a torino
Torino è una delle mie città italiane preferite e non mi stanco mai di passarci qualche giorno. A metà dicembre mi sono regalata un weekend a Torino e anche se durante i pomeriggi di sabato e domenica avevo un impegno, sono comunque riuscita a visitare qualcosa che ancora mi era sfuggito nelle mie visite precedenti.
Dicembre è un ottimo periodo per visitare Torino, non solo per l’atmosfera natalizia ma anche per la manifestazione Luci d’Artista, che illumina le strade principali della città con installazioni luminose di famosi artisti contemporanei, e anche quest’anno è stato un evento molto bello e sorprendente.
weekend a torino

Il mio weekend a Torino è iniziato il venerdì pomeriggio: appena scesa dal treno mi sono infilata dentro al Museo Egizio, che per qualche oscura ragione non avevo ancora mai visitato, neanche in gita con la scuola. È bellissimo! Talmente bello che potrei tornarci senza stancarmene, proprio come il Museo del Cinema. Anche il guardaroba dove ho lasciato il trolley e il bookshop sono notevoli 🙂

weekend a torino

Camminando dalla stazione di Porta Nuova al Museo Egizio sono passata nel mio angolo preferito di Torino, piazza CLN, indimenticabile set di Profondo Rosso, e dalla splendida piazza San Carlo, una delle prospettive più belle del capoluogo piemontese.
weekend a torino
Il sabato mattina sono andata a visitare il museo Cesare Lombroso. Erano anni che volevo visitarlo, ma fino ad un paio di anni fa era aperto solo su prenotazione per gruppi organizzati. Ora è aperto tutti i giorni e merita davvero una visita approfondita. È pieno di teschi di criminali classificati in base ai delitti commessi, corpi da reato, oggetti molto particolari realizzati da carcerati e internati in manicomio. Le teorie del Lombroso si sono dimostrate prive di fondamento e sono ormai superate, ma il suo lavoro non smette di affascinare neanche dopo cento anni. Mi è piaciuto tantissimo.
weekend a torino

Durante il weekend ho visitato anche il piccolo museo della Radio e della Televisione che si trova nella sede torinese degli studi della RAI, proprio dietro la Mole Antonelliana. È piccolissimo, una sola stanza che raccoglie cimeli come microfoni, apparecchi radio, primi modelli di televisori, ecc. L’ho trovato di scarso interesse, la collezione è piccola e visto che le didascalie sono poche e avare di informazioni è difficile farsi un’idea dell’importanza degli oggetti esposti. Per fortuna l’ingresso è gratuito (ma bisogna prenotare), ma è consigliato solo agli appassionati.

weekend a torino


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Può interessarti anche:

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *