open day al Centro Pecci di Prato – Triggering Reality

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

centro pecci prato
Domenica pomeriggio sono stata al Centro Pecci di Prato per l’arte contemporanea, insieme a due amiche abbiamo deciso di approfittare della giornata di apertura gratuita e della possibilità di fare una visita guidata.
Il Centro Pecci è uno dei pochi spazi di rilievo in Toscana dedicati all’arte contemporanea: fondato nel 1988, oggi ospita una collezione permanente e numerose mostre temporanee che si rinnovano ad ogni stagione, oltre ad una biblioteca specialistica, un caffè, il giardino delle sculture, auditorium e spazi per conferenze.
Oltre alla visita guidata della mostra Triggering Reality, in occasione dell’open day il Centro Pecci ha organizzato anche un percorso guidato per i bambini ed un incontro con il regista Giovanni Veronesi.
centro pecci prato
Ma ora passo a raccontarvi le mostre attualmente in programma, che sono tre:
Triggering Reality – Nuove condizioni per l’arte e l’architettura in Olanda (fino al 10 marzo)
la mostra principale è ospitata nei grandi spazi del primo piano del museo, e comprende allestimenti, sculture, video e installazioni effimere di artisti e architetti olandesi che parlano di architettura attraverso il linguaggio dell’arte. Tra travi sospese su telai tessili, opere realizzate con materiali riciclati e cupole fatte di ombrelli, la mostra racconta un modo diverso di pensare l’architettura e i suoi rapporti con l’arte e la società.
Noi abbiamo partecipato alla visita guidata, e vi consiglio vivamente di fare lo stesso, perché gli argomenti trattati sono interessanti e complessi, ma senza una spiegazione dettagliata si rischia di capirne solo una piccola parte.
centro pecci prato
Brividi da Favola – (fino al 26 gennaio)
Esposizione piccola ma molto carina, dedicata alle illustrazioni di libri per l’infanzia realizzate per grandi classici come Canto di Natale o il Libro Cuore. Le illustrazioni sono molto contemporanee e spesso incontrano l’arte e l’architettura. Sono esposti anche alcuni libri della Corraini Edizioni, che mi sono piaciuti un sacco, a metà tra design, arte e illustrazione, e che sono in vendita nella piccola area shop all’ingresso del museo.
Ufo Story – dall’architettura radicale al design globale (fino al 24 febbraio)
Gli UFO erano gruppo d’avanguardia di architettura radicale fondato a Firenze, e questa mostra ripercorre la loro storia, raccontando come potessero parlare di architettura e di cambiamenti della società attraverso linguaggi diversi come quelli dell’arte, del design, della fotografia e del video, dell’azione e della comunicazione, in un modo nuovo e sorprendente.
Chi si aspettava la storia degli avvistamenti alieni rimarrà deluso, ma a me è piaciuta molto, e credo che possa piacere anche a chi non è molto pratico di architettura.
centro pecci pratocentro pecci prato
Il museo in questo momento è in fase di ampliamento: all’interno si può vedere come apparirà il Centro Pecci una volta ultimati i lavori grazie al plastico dell’intervento, progettato dall’architetto olandese Maurice Nio (una forma bombata e sinuosa con una specie di antenna che emerge, sono molto curiosa di vedere come sarà il risultato finale).
A primavera le mostre cambieranno, una delle prossime in arrivo che mi interessa moltissimo è quella dedicata ai libri di Ettore Sottsass, quindi tornerò presto al Centro Pecci.

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *