Mini guida per visitare Central Park, New York

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

guida central park autunno
Alla visita di Central Park, a New York, ho dedicato un intero pomeriggio, e considerando che in autunno fa buio presto, è stato molto meno di quanto avrei voluto.
Però è stato un bellissimo pomeriggio di autunno a Central Park, ho potuto passeggiare in tranquillità e beata solitudine per i vialetti dell’enorme parco nel cuore di Manhattan, godendo del contrasto tra la tranquilla natura del parco e gli altissimi grattacieli sullo sfondo, ammirando i mille colori dell’autunno che coloravano le foglie degli alberi e assaporando la luce che cambiava velocemente mentre si avvicinava il tramonto.
guida central park autunno

autunno a Central Park

Per quanto riguarda la visita è indispensabile avere una piccola mappa del parco su cui siano evidenziati i luoghi di interesse: le cose da vedere sono tantissime ed il parco è immenso, quindi se non volete vagare per ore ed ore è bene organizzare un percorso che tocchi tutto quello che si vuole vedere seguendo la strada più breve.
Se visitate il parco a piedi calcolate che vi porterà via almeno 2 o 3 ore. Una buona idea è quella di noleggiare una bici e scoprire Central Park pedalando e ottimizzando il tempo degli spostamenti. Per i più pigri ci sono i risciò e le carrozze con i cavalli, però a prezzi piuttosto alti.
guida central park autunno

Sheep Meadow – autunno a Central Park

In inverno è d’obbligo passare dal Wollman Skating Rink, l’enorme pista di pattinaggio sul ghiaccio, per guardare le evoluzioni dei pattinatori più abili o per un’ora di divertimento sui pattini, se ne siete capaci. Purtroppo non è il mio caso.
guida central park autunno

la pista di pattinaggio sul ghiaccio

Il Conservatory Water è un laghetto incorniciato da un suggestivo sfondo degli eleganti palazzi dell’Upper East Side, dove i bambini possono far navigare barchette a vela giocattolo.
guida central park autunno

Conservatory Water

Proprio di fronte al lago delle barchette si trova la famosissima statua dedicata ad Alice nel Paese delle Meraviglie (dove i bambini si possono arrampicare, e anche i grandi). Probabilmente questo è uno dei luoghi più fotografati di tutto il parco, e non è raro trovare la coda per scattarsi un selfie seduti sul fungo tra il Cappellaio Matto e la Lepre Marzolina.
guida central park autunno

La statua di Alice nel Paese delle Meraviglie

Tra le tantissime statue disseminate per il parco e dedicate ai personaggi più disparati, una delle più famose, visitate e fotografate è il monumento a Hans Christian Andersen. La statua di Andersen lo raffigura mentre legge un libro di fiabe rivolto verso un immaginario ascoltatore che si trova accanto a lui. Qui ogni sabato mattina c’è un’ora dedicata alla lettura di una fiaba per i bambini.
guida central park autunno

La statua dedicata a Hans Christian Andersen

A Central Park non si può proprio perdere una visita a Strawberry Fields, il memoriale dedicato a John Lennon e voluto da Yoko Ono: per me è stata un po’ una delusione, paragonato al resto di Central Park, Strawberry Fields è una misera collinetta cespugliosa su cui è vietato portare i cani e dove bisogna osservare il silenzio (tipico di Yoko). Sulla sommità della collinetta c’è il celebre mosaico circolare con al centro la parola Imagine. Qualcuno lascia dei fiori al centro, qualcun altro canta una canzone, ma la maggior parte si fa un selfie e prosegue oltre.
guida central park autunno

Strawberry Fields, il mosaico dedicato a John Lennon

guida central park autunno

la misera collinetta cespugliosa di Straberry Fields


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Può interessarti anche:

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *