La Casa Danzante di Praga

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

casa danzante di praga

La Casa Danzante di Praga, chiamata anche Fred & Ginger, è un interessante edificio del 1995 progettato da Vlado Milunic e Frank Gehry.
I soprannomi dell’edificio sono quanto mai azzeccati, infatti si tratta di un blocco solido in cemento, movimentato dalla disposizione ballerina delle finestre e dai marcapiani sinuosi, a cui si appoggia una torre in vetro e acciaio dalle curve femminili.
Le sue forme dell’architettura contemporanea della casa danzante sono in netto contrasto con i circostanti edifici art nouveau, ma è un contrasto molto interessante, che mette in risalto sia l’architettura storica che quella nuova.

casa danzante di praga

In pochissimi anni la Casa Danzante di Praga è diventata meta di turisti e appassionati di architettura, a dimostrazione che le sperimentazioni architettoniche nel contesto dei centri storici, quando sono di qualità, non vengono percepite come sfregi alla storia, ma come elementi distintivi e caratteristici. Praga è una città che non si fossilizza nella celebrazione del passato, ma sta al passo coi tempi, guarda avanti pur mantenendo un forte legame con la storia e con la tradizione architettonica.

casa danzante di praga
Devo ammettere che l’architettura di Frank Gehry mi sta stancando (lui e Santiago Calatrava sembravo aver lavorato ovunque, o almeno ovunque io sia stata in viaggio), ma la Casa Danzante è uno dei suoi progetti che preferisco. E’ uno dei suoi primi lavori e mantiene ancora una certa leggerezza ed ironia, forse adesso che è un grande architetto si prende troppo sul serio. Frank Gehry l’ho incontrato anche al Millennium Park di Chicago, al museo Guggenheim di Bilbao e sul lungomare di Barcellona.

Di notte la Casa Danzante viene illuminata in modo molto suggestivo e diventa ancora più intrigante e suggestiva, e mi ha fatto venire voglia di vedere come è fatta all’interno, immaginando interni eleganti e avvolgenti.

casa danzante di praga

 

 

 

 

 

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *