la Fetta di Polenta, Casa Scaccabarozzi

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

casa scaccabarozzi fetta di polenta

il lato più corto di Casa Scaccabarozzi: solo 54 cm

La Casa Scaccabarozzi è uno degli edificio più curiosi di Torino: fu progettato da Alessandro Antonelli, lo stesso della Mole Antonelliana, e costruito a partire dal 1840. Antonelli prese in carico questo progetto più per scommessa che per necessità, viste le caratteristiche “estreme” del lotto. Una striscia triangolare di terreno incastrata tra altri edifici preesistenti, che ha dato origine a questo edificio da Guinness dei Primati.

Casa Scaccabarozzi misura 16 metri su Via Giulia di Barolo, 5 metri scarsi su Corso San Maurizio e solo 54 cm sul lato più corto, quello opposto al Corso. La superficie è minima, quindi lo spazio è stato sfruttato in altezza: la casa si sviluppa infatti su cinque piani, ingegnosamente sfalsati per sfruttare tutto lo spazio disponibile.

casa scaccabarozzi torino

la facciata della Fetta di Polenta di Torino

A causa del colore giallo vivo e della sua forma che ricorda una fetta sottile, Casa Scaccabarozzi si è meritata il soprannome di “Fetta di Polenta”. Suona meglio del nome originale, Scaccabarozzi, terribilmente cacofonico, che è il cognome da nubile della moglie dell’Antonelli, la quale abitò in questa casa per alcuni anni.

La Fetta di Polenta si trova a cinque minuti a piedi dai Giardini Reali, dalla Mole Antonelliana e dal Museo del Cinema: fateci un salto, è una di quelle tante curiosità che rendono Torino così speciale. Ormai ho perso il conto di quante volte sono stata nel capoluogo piemontese, ma ci tornerei ancora migliaia di volte.

casa scaccabarozzi torino

alle spalle della casa Scaccabarozzi si vede la guglia della Mole Antonelliana. Entrambi gli edifici sono dell’Antonelli

casa scaccabarozzi torino

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Può interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *