Playa de la Concha, la spiaggia di San Sebastian

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

spiaggia di san sebastian

La Playa de la Concha, ovvero la spiaggia San Sebastian: un posto bellissimo a cui sono rimasta molto legata. Una spiaggia di sabbia fine, lunga e curva come una fetta di luna, che orla la baia di San Sebastian.

Davanti a me l’oceano blu, con in mezzo l’isola di Santa Clara. Dietro di me la lunga e vivace strada costiera, con le sue belle ville e le facciate decorate, il passeggio continuo delle persone sul lungomare e la vita intensa ed eccitante di San Sebastian.
spiaggia di san sebastian

la Isla Santa Clara

La spiaggia di San Sebastian costeggia il tratto di lungomare proprio davanti al centro storico della città, in pochi passi si può passare dalla spiaggia al centro e viceversa, basta attraversare la strada.
La zona è frequentatissima a tutte le ore da ogni tipo di gente, è la strada del passeggio. Anche la spiaggia stessa, pulitissima ed interamente libera, è un punto di ritrovo per fare vita sociale: è sempre piena di ragazzi.
L’acqua è fredda, è quella dell’Oceano Atlantico e non del Mediterraneo, e ci sono anche delle forti correnti marine. Però è perfetta per fare surf, infatti sono tanti i surfisti che vengono qui in ogni periodo dell’anno per cavalcare le onde; e vi assicuro che quando c’è vento forte le onde sono altissime.
spiaggia di san sebastian
spiaggia di san sebastian
Lo spettacolo della spiaggia di San Sebastian continua anche di notte: verso sera infatti la marea comincia a salire, e quando sale inghiotte la spiaggia in pochi minuti, ed è bellissimo ammirare lo spettacolo seduti sul parapetto della strada litoranea, tutta illuminata di luci. L’alta marea però non è soltanto uno spettacolo emozionante: spesso è anche pericolosa. Non è raro che qualcuno a fine serata si addormenti sulla spiaggia e rischi poi di essere sommerso velocemente dall’acqua e trascinato via dalla corrente.
 spiaggia di san sebastian 

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Può interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *