La Sirenetta di Copenaghen

Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quando ho fatto il mio viaggio in Danimarca non avevo grandi aspettative riguardo alla Sirenetta di Copenaghen: l’abbiamo vista tutti un sacco di volte in fotografia, in fondo è una semplice statuina di bronzo, e come spesso succede in questi casi se ne rimane delusi. Ma visto che è gratis ed è il simbolo della città, perché non andarla a trovare?

sirenetta di copenaghen

Così ho attraversato Nyhavn fino a raggiungere il porto di Copenaghen, da qui ho svoltato a sinistra e ho camminato ancora, costeggiando la banchina su cui sono ormeggiati enormi e antichi velieri, carichi di decorazioni classiche marinaresche e fantasiose polene. Sullo sfondo il moderno teatro dell’Opera, che sembra sospeso sull’acqua.
sirenetta di copenaghen

La Sirenetta di Copenaghen si trova all’estremità del porto, alla fine di una lunga e piacevole passeggiata lungo la banchina. Fino all’ultimo momento non si riesce scorgerla, si vede solo la piccola folla di turisti armati di macchine fotografiche che segnalano la sua presenza.

sirenetta di copenaghen

Finalmente mi sono affacciata alla balaustra e l’ho vista, la Sirenetta di Copenaghen. Piccola e triste, appollaiata sul suo scoglio, giocava con la lunga treccia mentre contempla il suo gramo destino (vi ricordo che la vera versione della fiaba di Andersen è una tragedia, la Sirenetta fa una fine bruttissima). Mi è sembrata molto carina, semplice ed espressiva. Credo che un simbolo debba essere proprio così, pulito, immediato, riconoscibile da tutti, e la Sirenetta è il simbolo perfetto di Copenaghen.

sirenetta di copenaghen

la Sirenetta di Copenaghen

Certo, la Sirenetta di Copenaghen è una semplice statua che non vale la bellezza complessiva della città, ma non è neanche così insignificante e sopravvalutata come pensavo.

Al ritorno, invece di fare la stessa strada dell’andata e passare di nuovo dal porto, ho attraversato il Kastellet, un’area militare riconvertita in parco pubblico, un bel giardino che richiama molto il paesaggio danese ma con un tocco monumentale che colpisce.

Può interessarti anche:


Condividi il viaggio!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *